• Mar. Ago 9th, 2022

Termina a reti bianche il confronto dei quarti di finale di Coppa Italia di Promozione tra la Sessana e il Villa Literno

TERMINA A RETI BIANCHE  0 – 0 IL PRIMO ATTO DEI QUARTI DI FINALE DI COPPA ITALIA TRA SESSANA E VILLA LITERNO.

SESSANA : 0 Mormile, Di Iorio, Celio, Quintigliano, Esposito G, Zamparelli, Bianco, Otranto  (55’Fava), Nugnes, Mugione, Marraffino. All. Capaccione. A  disp. Zippo, Nardi, Cimorelli, Talitro, Lunardo, Talitro,  Lunardo, Esposito D, Rea, Esposito B.

VILLA LITERNO : 0 Orefice, Giannetti, Scognamiglio D, Castiglione, Silvestro, Laezza, Maturo,  Russo, Laurento (80’Architravo ), Scielzo, Castaldi (60’Albano 95′ Romano ). All. Di Pasquale.  A disp. Esposito S, Galoppa, Scognamiglio  P, Massimo, Annunziata, Marino. 

Arbitro : Francesco Matrone di Torre del Greco 

Assistenti : Roberto Romano di Torre del Greco  – Vincenzo Tallarico di Ercolano

NOTE : AMMONITI  Esposito G, Mugione ( SES); Scognamiglio D, Maturo, Scielzo (VIL)

CORNER : 4 – 3 per la Sessana 

RECUPERO : 1 PT; 4 ST 

SESSA AURUNCA (di Genesio Tortolano). Termina con il risultato ad occhiali di 0 – 0, il match tra Sessana e il Villa Literno, andato in scena allo stadio “Ernesto Prassino” e valevole quale andata dei quarti di finale della manifestazione tricolore, la Coppa Italia di Promozione. Per quanto riguarda le formazioni, i gialloblù di casa, guidati da Peppe Capaccione hanno schierato subito il nuovo acquisto Rocco Mugione ex del team neroceleste del Lusciano, che ha completato il tridente, insieme ad Enrico Marraffino e Vincenzo Bianco. Sull’altro versante, i biancorossi liternesi, hanno optato sempre per lo schieramento a specchio con tre riferimenti offensivi e cioè, Scielzo, Laureto e Castaldi, ai quali era affidato il compito di perforare la porta difesa dall’estremo difensore Vincenzo Mormile. La gara sin dall’inizio è stata combattuta, specialmente nella zona mediana del campo, con le due squadre abbottonate, con il chiaro intento di non scoprirsi per non prestare il fianco all’avversario. I timidi tentativi offensivi della compagine ospite, vengono fronteggiati dal pacchetto difensivo aurunco abile a chiudere tutti i varchi. Dal canto loro i locali provano a rendersi minacciosi con conclusioni dalla distanza che però non inquadrano lo specchio della porta. La prima frazione si chiude senza patemi d’animo per le difese che prevalgono nettamente nel duello con i rispettivi attacchi. Nella ripresa, il match è più vivace e le formazioni si presentano più lunghe con i gialloblù che provano a pungere in contropiede. Quando sembra giunto il momento propizio per i gialloblù padroni di casa, l’assistente numero uno Romano, stoppa sul più bello Marraffino che si stava involando solo davanti all’estremo difensore ospite Orefice. Una chiamata errata quella del guardalinee che ha pregiudicato una promettentissima azione. Al minuto 65′, la Sessana con Quintigliano prova a scaldare i guantoni del portiere avversario Orefice, ma la sua conclusione su punizione, viene deviata da un difensore del sodalizio biancorosso, la sfera vagante per poco non è catturata da Bianco che non riesce ad arpionarla e deviarla in porta. I due tecnici, il sopraccitato Peppe Capaccione per la Sessana e Raffaele Di Pasquale per il Villa Literno, operano delle sostituzioni, prevalentemente di natura conservativa, tese allo scopo di non subire goal, portando a termine con il risultato di parità il match. Al minuto 73′, potenziale occasione fallita da Marraffino che non giunge in tempo utile per impattare il pallone, su un invito di Bianco. E’ l’ultima  emozione del match che termina, dopo quattro minuti di recupero con il risultato a reti bianche. Lo 0 – 0 finale, lascia il discorso qualificazione apertissimo e lo rimanda al confronto di ritorno in calendario il 23 febbraio, quando la vincente, si guadagnerà un posto nelle semifinali e cioè tra le migliori quattro compagini di promozione. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale