• Gio. Lug 18th, 2024

Coppa Italia, la Sessana passa il turno trionfando ai calci di rigore contro il Cellole

La Sessana passa il turno di Coppa Italia trionfando ai calci di rigore contro il Cellole

CELLOLE – SESSANA 5-4 dopo calci di rigore (1-0 fine tempi regolamentari)

CELLOLE: 1 Gallone, Vastarella, Lunardo, Razzino, La Manna (66’ Quaranta), Laezza, Nugnes, De Iorio, De Simone (59’ Durazzo), Caiazzo, Scognamiglio (79’ Mari). All. Starita. A disp. Cozzolino, Sorgente, Spinosa, D’Onofrio, Afiuwa, Freda.

SESSANA: 0 Mancino, Esposito, Granato, Quintigliano C, Carbonaro, Coppola (83’ Tenneriello), Vicario, Di Marco, Fava Passaro D (66’ Quintigliano M), Scarpa (83’ Bianco), Marraffino (59’ Palumbo). All. De Stefano. A disp. Rho, Fava Passaro C, Simoniello, Talitro.

ARBITRO: Giovanni Vinoso di Nola

ASSISTENTI: Alfredo Rosa di Benevento – Christopher Russo di Ariano Irpino

RETI : 29’ Laezza (CEL)

RIGORI: Quintigliano M (SES) goal; Nugnes (CEL) goal; Quintigliano C (SES) goal; Durazzo (CEL) goal; Palumbo (SES) goal; De Iorio (CEL) parato; Granato (SES) goal; Caiazzo (CEL) goal; Di Marco (SES) goal

NOTE : AMMONITI: La Manna, Caiazzo, Nugnes, Lunardo (CEL); Granato, Fava Passaro D, Di Marco (SES)

CORNER: 5-3 per la Sessana

RECUPERO: 1’ PT; 4’ST

MONDRAGONE (di Genesio Tortolano). La compagine gialloblù della Sessana, trionfa ai calci di rigore nel derby di ritorno contro il team rossoblù del Cellole nel match disputato allo stadio “Salvatore Conte” di Mondragone e valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia e accede ai quarti della manifestazione tricolore. Cambio di formazione per i due tecnici Starita per il Cellole e Antonio De Stefano per la Sessana. Partendo dai rossoblù cellolesi, quest’ultimi si dispongono con il tridente composto da Nugnes – De Simone – Caiazzo, mentre sull’altro versante la Sessana replica con le tre bocche da fuoco, ovvero Scarpa – Dino Fava – Marraffino. Si riparte dal 2-1 in favore dei gialloblù, maturato nell’incontro di andata disputato allo stadio “Ernesto Prassino”.

Nel primo tempo, la gara scivola via all’insegna dell’agonismo, tra le due squadre e si contano poche occasioni su entrambi i fronti. L’equilibrio si spezza con il goal del vantaggio del Cellole, quando le lancette del cronometro indicano quasi la mezz’ora di gioco, l’autore della marcatura rossoblù, è Laezza che mette in rete sugli sviluppi di un calcio di punizione. La Sessana reagisce e si riversa in attacco. Gli ospiti aurunci, protestano per un dubbio tocco in area di rigore, ma l’arbitro Giovanni Vinoso di Nola lascia proseguire. Al minuto 40′ e cioè a cinque minuti dalla chiusura della prima frazione, occasione per gli ospiti sessani con uno degli ex di turno, parliamo di Enrico Marraffino, quest’ultimo calcia con il destro dall’interno dell’area piccola non riuscendo ad inquadrare lo specchio della porta.

Nella ripresa, la Sessana conferma di essere viva e ci prova fin dalle prime battute con l’intento di ripristinare la parità, corre il 53’ : capitan Fava pescato sul secondo palo da un preciso invito si coordina e calcia, ma la sua conclusione con il destro è imprecisa e termina fuori. Quattro minuti più tardi, ossia al 44′ l’occasione capita al classe 2004 Mario Di Marco, quest’ultimo conclude da posizione defilata, ma la traiettoria impressa alla sfera termina la sua corsa sull’esterno della rete. La partita conserva toni aspri e il direttore di gara spesso sorvola su alcuni interventi al limite. Il sodalizio rossoblù del Cellole recupera il possesso del pallone con un fallo dell’esterno di sinistra Scognamiglio che approfitta del mancato intervento sanzionatorio del direttore di gara e s’invola verso la porta avversaria dove trova sulla sua strada l’ottima e tempestiva risposta dell’attento estremo difensore ospite Mancino che devia la sfera in corner. Al 77′, la Sessana usufruisce di un calcio di rigore per un atterramento in area di Scarpa ad opera del ruvido centrale cellolese Quaranta, Dagli undici metri si incarica della battuta lo stesso numero dieci del sodalizio gialloblù che però conclude calciando abbondantemente alto sopra la traversa e sciupando la più ghiotta delle occasioni per rimettere in parità la partita circostanza che avrebbe fatto pendere l’ago della bilancia della qualificazione in favore degli aurunci. Il Cellole pensa a difendere il risultato, cercando di perdere tempo in più occasioni. La Sessana dal canto suo, si riversa tutta in proiezione offensiva e allo scoccare del 90’ ci prova con un calcio di punizione a giro di Mario Di Marco, il pallone sorvola l’area e termina di poco sopra la porta difesa dal portiere rossoblù Gallone. L’incontro termina dopo quattro minuti di recupero e si va ai calci di rigore.

Ad iniziare la serie, è la Sessana con uno degli ex Mario Quintigliano che con glaciale freddezza spiazza Gallone, risponde il Cellole sempre con un ex di turno, parliamo di Nugnes che supera Mancino. Non sbagliano Christian Quintigliano e Durazzo che vanno entrambi a bersaglio per la nuova parità. E’ il terzo penalty quello che cambia la storia della qualificazione. A presentarsi sul dischetto degli undici metri è Palumbo, il portiere avversario Gallone indovina l’angolo, ma viene superato dalla sfera che si insacca. Sull’altro versante, quello del Cellole si incarica della trasformazione l’ex Luca De Iorio che trova sulla sua strada l’intervento di Mancino che respinge il cuoio, decretando il vantaggio della Sessana. Fondamentale è il rigore di Granato che non trema e allunga il divario in favore dei gialloblù. Il Cellole accorcia le distanze con Caiazzo, quest’ultimo con indosso la fascia da capitano non sbaglia. L’ ultimo rigore è quello di Mario Di Marco, il talentuoso calciatore mancino classe 2004 è chirurgico nell’infilare il pallone alle spalle del portiere cellolese Gallone. Al triplice fischio del suddetto direttore di gara Giovanni Vinoso di Nola è corsa sfrenata sotto la curva della squadra gialloblù che festeggia con i propri calciatori il passaggio del turno in una doppia sfida infinita. La Sessana brinda ed ora nei quarti di finale della manifestazione tricolore, incontrerà la squadra gialloverde della Boys Caivanese che ha superato il turno contro l’ostacolo chiamato Nuova Napoli Nord. La compagine della città partenopea di Caivano, sarà inoltre la prossima avversaria in campionato nel match della dodicesima giornata del girone A di promozione.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Di Redazione V-news.it

Il bot redazionale

error: Content is protected !!