Sab. Mag 30th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Cori. IMU agevolata per chi affitta case a canone concordato

2 min read
Siglato il Protocollo d'Intesa tra il Comune di Cori e le associazioni sindacali degli inquilini e dei proprietari
EVENTI IN EVIDENZA

Siglato il Protocollo d’Intesa tra il Comune di Cori e le associazioni sindacali degli inquilini e dei proprietari

CORI (LT). Aliquota IMU ridotta del 25% per i locatori di Cori e Giulianello che cederanno in affitto immobili ad uso abitativo a canone concordato secondo il vigente Accordo Territoriale sindacale in materia. È quanto stabilito nel Protocollo d’Intesa siglato di recente dal Comune di Cori e dai sindacati maggiormente rappresentativi a livello locale, sia degli inquilini – SUNIA, SICET e UNIAT – che dei proprietari – APE Confedilizia, ASSPI e UPPI, di cui la Giunta municipale ha preso atto con delibera n. 14 del 04/02/2020.

L’Amministrazione comunale si impegna già da quest’anno ad applicare un’aliquota IMU agevolata del 7,95‰ (anziché 10,6‰) sulle case affittate a canone concordato. Per fruire del beneficio il contratto di locazione deve essere registrato all’Agenzia delle Entrate e controfirmato da una delle associazioni sindacali firmatarie del protocollo d’intesa, la quale rilascerà contestuale attestazione di conformità del calcolo del canone all’Accordo Territoriale.

Il contratto di locazione – firmato, controfirmato e registrato – e l’attestazione sindacale di conformità del canone concordato dovranno essere allegati alla dichiarazione IMU da presentare all’Ufficio Tributi del Comune di Cori entro il 30 giugno, con possibilità di ravvedimento nei successivi 90 giorni, scaduti i quali lo sgravio fiscale avrà inizio dal 2021 e fino alla scadenza del contratto di locazione. L’aliquota IMU agevolata è applicabile anche ai contratti d’affitto già in corso.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close