CronacaNewsPagina NazionaleSanità

Coronavirus: è morto Ivo Cilesi, tra i massimi esperti nella lotta all’Alzheimer

Ivo Cilesi
EVENTI IN EVIDENZA

Tra le vittime del coronavirus c’è anche Ivo Cilesi, psicopedagogista e terapeuta specializzato nella lotta all’Alzheimer

Il paziente di 62 anni contagiato dal coronavirus, deceduto all’ospedale di Parma di cui ha dato notizia ieri la Regione Emilia Romagna, è Ivo Cilesi, psicopedagogista e terapeuta specializzato nella lotta all’Alzheimer. Come raccontano alcuni giornali, il dottore accusava qualche malessere ma non aveva febbre. Sembrava solo stanchezza per i tantissimi impegni. Poi, nel giro di tre giorni, la situazione è precipitata. Giovedì notte una crisi respiratoria, venerdì il ricovero all’ospedale di Vaio, a Fidenza, dove è risultato positivo al tampone per il coronavirus. Sabato il trasferimento all’ospedale Maggiore di Parma dove è poi morto nella notte tra domenica e lunedì.

Cilesi si era laureato in pedagogia all’Università di Genova, ma da diversi anni viveva e lavorava in provincia di Bergamo. Psicopedagogista e terapeuta, era specializzato nella lotta all’Alzheimer. A lui si devono due soluzioni creative per osservare gli stati di agitazione per i pazienti affetti da Alzheimer: la “bambola terapia” e “il treno virtuale”. 

“Alzheimer Uniti Italia – si legge in un post Facebook dell’associazione – ha appreso con dolore la drammatica scomparsa del dottor Ivo Cilesi di cui ricordiamo le grandi doti umani e professionali. Avremo sempre il suo esempio come guida. Esprimiamo anche gratitudine per la vicinanza e sensibilità sempre dimostrate verso la nostra associazione e tutte le persone fragili “. 

Lo ricordano anche l’Innovative Elder Research, di cui era presidente: “Una guida competente, silenziosa, garbata, umile”. E l’Aip, l’Associazione italiana di psicogeriatria: “La sua vita professionale è stata finalizzata a una forte attenzione per i problemi clinici delle persone affette da demenza. In Italia è stato il primo a diffondere le cosiddette terapie non farmacologiche. Abbiamo deciso di organizzare all’interno dell’Aip un gruppo di studio che cerca di fondare scientificamente i vari approcci, dalla terapia della bambola a quella del treno”.  

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:Cronaca