• Lun. Gen 24th, 2022

Alcune delle immagini più significative della pandemia di coronavirus

Papa Francesco a piedi in via del Corso a Roma per pregare per la fine della pandemia

Papa Francesco lascia il Vaticano in forma privata e si reca in visita alla Basilica di Santa Maria Maggiore, per rivolgere una preghiera alla Vergine, Salus populi Romani. E’ successo lo scorso 15 marzo. Poi, facendo un tratto di via del Corso a piedi, come in pellegrinaggio, raggiunge la chiesa di San Marcellino al Corso per pregare per la fine della pandemia. La foto, diffusa dal Vaticano, ha fatto il giro del web.

Papa Francesco implora Dio per la fine della pandemia in una piazza San Pietro deserta durante la benedizione “urbi et orbi” straordinaria

“Dio onnipotente e misericordioso guarda la nostra dolorosa condizione e non lasciarci in balia della tempesta”. Inizia in questo modo la preghiera che sempre Papa Francesco ha recitato il 27 marzo sul sagrato della Basilica di San Pietro per invocare la fine della pandemia di coronavirus. Poi una straordinaria benedizione “urbi et orbi” sotto la pioggia in una piazza San Pietro completamente vuota. Immagini forti e suggestive.

L’infermiera di Cremona stremata dopo il turno di notte

Un’infermiera stremata dalla stanchezza si riposa qualche minuto con la testa appoggiata su un lenzuolo piegato e poggiato su una scrivania davanti al computer. Il tempo necessario per recuperare un poco di energie e tornare in prima linea, a combattere il coronavirus. La foto è stata scattata da un medico all’interno dell’ospedale di Cremona, uno dei più colpiti dall’emergenza, e in poche ore è diventata il simbolo della lotta al virus. 

A Bergamo l’esercito porta le bare fuori dalla Regione

Nella serata di mercoledì 18 marzo nel capoluogo bergamasco sono arrivati i mezzi dell’esercito per trasportare le bare di alcune delle persone morte di Covid-19 dal cimitero monumentale ai forni crematori di altre città. Bergamo non riusciva più a gestire la situazione e le attese per le cremazioni avevano ormai superato la settimana.

L’infermiera che tiene in braccio l’Italia

Foto simbolo dell’emergenza anche l’immagine di un’infermiera che tiene in braccio l’Italia. Si tratta di un disegno, realizzato dall’illustratore Franco Rivolli, e pubblicato su Facebook dall’Associazione Nazionale Carabinieri di Chiaravalle Centrale.

Mascherine esaurite

Il cartello “mascherine esaurite” è apparso subito un po’ in tutte le farmacie d’Italia per l’emergenza Coronavirus. Tra le prime ad esporlo quelle di Codogno, in provincia di Lodi, dove si sono diffusi i primi contagi.

File nei supermercati

Supermercati e negozi di generi alimentari presi d’assalto in tutta Italia. File interminabili di persone. Risultati: scaffali vuoti.

Andrà tutto bene

I cartelloni disegnati e colorati dai bambini “Andrà tutto bene” esposti su balconi e finestre, da nord a sud. Lo slogan diventerà virale anche sui social.

State a casa

Sul Pirellone di Milano, sede del Consiglio regionale della Lombardia, compare un appello ai cittadini italiani: “State a casa”.

Aiuti da tutto il mondo

Tanti gli aiuti da parte delle altre nazioni. Il 22 marzo è atterrata a Milano Malpensa una delegazione di 53 medici e infermieri cubani per aiutare l’Italia a fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Sergio Mattarella all’Altare della Patria solo e con la mascherina

Il 25 aprile, nel giorno della Festa della Liberazione, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha reso omaggio ai caduti all’altare della Patria a Roma in forma quasi privata, arrivando da solo e con la mascherina. Un’altra immagine che resterà nella memoria di tutti.

Giuseppe Conte commosso in tv

Il premier Giuseppe Conte, ospite di Accordi&Disaccordi, si commuove quando gli chiedono qual è stato il momento più difficile dall’inizio dell’emergenza coronavirus: “La lista dei decessi“.

Il pianto della gente di Wuhan dopo la fine del lockdown

In Cina, a Wuhan, dove tutto è iniziato, la gioia degli abitanti dopo la fine del lockdown è commovente. I medici dell’Università di Jilin salutano, finalmente con un abbraccio, i loro colleghi. Tutti, però, rigorosamente con mascherina. Una delle foto più belle dall’inizio dell’anno.

Il Cristo Redentore con il camice omaggia medici e infermieri

In Brasile, il Cristo Redentore di Rio de Janeiro è stato “vestito” con l’immagine di un camice e con le bandiere dei Paesi più colpiti dalla pandemia da coronavirus. La Chiesa cattolica brasiliana, nel giorno di Pasqua, ha reso così omaggio al personale sanitario impegnato in tutto il mondo nel contrasto alla pandemia.

A New York fosse comuni per le vittime

Decine di bare posizionate una accanto all’altra e sepolte in fosse comuni a New York. Sono le foto shock riprese da un drone e pubblicate dalla Bbc online che testimoniano l’emergenza coronavirus negli Stati Uniti. Il luogo di sepoltura si trova al largo del Bronx, ad Hart Island, che da oltre 150 anni viene utilizzato per tumulare chi non può permettersi funerali o posti al cimitero. Le immagini hanno fatto il giro del mondo.

L’esultanza di Ciccio Caputo

Diventa così un’immagine simbolo quella del foglio mostrato dall’attaccante del Sassuolo Ciccio Caputo dopo il suo gol contro il Brescia. Si tratta dell’ultima rete prima dello stop totale del calcio in Italia.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale