• Mar. Ott 19th, 2021

I due pazienti cinesi sono in buone condizioni. Il 3 febbraio il rientro degli italiani da Wuhan

ROMA. Il Consiglio dei ministri riunito a Palazzo Chigi ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale per rischio sanitario da Coronavirus per sei mesi. Inoltre, ha deliberato uno stanziamento iniziale di 5 milioni di euro.

Ieri sono stati individuati i primi due casi del virus cinese in Italia. Si tratta di due turisti cinesi che sono stati ricoverati all’ospedale Spallanzani di Roma. La stanza nell’hotel in cui alloggiavano è stata sigillata. Stop anche ai voli Italia-Cina.

Lo stato di emergenza

Lo stato di emergenza è un provvedimento in virtù del quale il governo esercita dei “poteri sostitutivi” degli enti locali in situazioni di particolare rischio. Con lo stato di emergenza si garantiscono interventi immediati a favore della popolazione e del territorio con mezzi e poteri straordinari.

Giuseppe Ippolito

Il Direttore dello Spallanzani: “I due pazienti contagiati dal coronavirus sono in buone condizioni”

“Ci aspettavamo questi casi di coronavirus, eravamo preparati. Li abbiamo identificati precocemente e isolati. I pazienti sono in buone condizioni, sono giovani, con un quadro da normale influenza. Non c’è terapia per questa infezione, i pazienti vengono trattati con farmaci sintomatici esattamente come per l’influenza, resteranno isolati per qualche giorno e trattati dal nostro personale che è eccezionale. Siamo quasi del tutto tranquilli che
non ci siano stati altri contagi”.
Ad affermarlo è il professor Giuseppe Ippolito, Direttore scientifico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani.

Gli italiani da Wuhan rientreranno il 3 febbraio

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha annunciato che arriverà lunedì in Italia un volo con una ottantina di italiani dalla città cinese focolaio del virus. Al loro arrivo, i connazionali saranno sottoposti ad “un regime sanitario in un luogo dedicato”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale