Lun. Giu 1st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Coronavirus, numeri ancora in calo ma lieve aumento in Lombardia. Iss: “La curva ha iniziato la discesa”

3 min read
L'ultimo bollettino fornito dalla protezione civile, calano nuovamente morti e terapie intensive ma in Lombardia aumentano i contagi. L'Iss: "La curva ha iniziato la discesa"
EVENTI IN EVIDENZA

L’ultimo bollettino fornito dalla protezione civile, calano nuovamente morti e terapie intensive ma in Lombardia aumentano i contagi. L’Iss: “La curva ha iniziato la discesa”

Sono 525 i morti nelle ultime 24 ore, il numero più basso dal 19 marzo. Il dato è stato fornito dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, durante la consueta conferenza stampa. Sono invece complessivamente 91.246 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.972 (sabato l’incremento era stato di 2.886). Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 124.632. Continua a calare, per il secondo giorno consecutivo, il numero degli accessi in terapia intensiva. Secondo i dati esposti dal capo della Protezione civile sono 3.977 i malati di coronavirus ricoverati in terapia intensiva, 17 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.317 sono in Lombardia (dove gli ospedali non hanno più bisogno di mandare altrove i pazienti). Calano anche i ricoveri: dei 91.246 malati complessivi, 28.949 sono poi ricoverati con sintomi (61 in meno rispetto a ieri) e 58.320 sono quelli in isolamento domiciliare.

In Lombardia, secondo i dati forniti dall’assessore al Welfare Giulio Gallera, è di 50.455 il totale dei positivi, con un incremento di 1.337 rispetto a ieri. 8.905 il numero totale di decessi, +249 rispetto a ieri. Solo 7 i ricoverati in più, mentre 14.798 persone sono in isolamento a casa. Gallera ha poi detto che i dati di Milano “non ci fanno stare tranquilli”, spiegando che in città solo ieri ci sono stati 171 nuovi positivi, mentre considerando la città metropolitana i contagiati sono 411 più di ieri. La curva dei contagi mostra infatti che Brescia e Bergamo si sono sostanzialmente stabilizzate, mentre Milano continua a salire.

“La curva ha iniziato la discesa e comincia a scendere anche il numero dei morti. Dovremo cominciare a pensare alla fase 2 se questi dati si confermano”. Lo ha detto in conferenza stampa il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close