• Lun. Mag 16th, 2022

L’ultimo bollettino fornito dalla protezione civile, calano nuovamente morti e terapie intensive ma in Lombardia aumentano i contagi. L’Iss: “La curva ha iniziato la discesa”

Sono 525 i morti nelle ultime 24 ore, il numero più basso dal 19 marzo. Il dato è stato fornito dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, durante la consueta conferenza stampa. Sono invece complessivamente 91.246 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.972 (sabato l’incremento era stato di 2.886). Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 124.632. Continua a calare, per il secondo giorno consecutivo, il numero degli accessi in terapia intensiva. Secondo i dati esposti dal capo della Protezione civile sono 3.977 i malati di coronavirus ricoverati in terapia intensiva, 17 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.317 sono in Lombardia (dove gli ospedali non hanno più bisogno di mandare altrove i pazienti). Calano anche i ricoveri: dei 91.246 malati complessivi, 28.949 sono poi ricoverati con sintomi (61 in meno rispetto a ieri) e 58.320 sono quelli in isolamento domiciliare.

In Lombardia, secondo i dati forniti dall’assessore al Welfare Giulio Gallera, è di 50.455 il totale dei positivi, con un incremento di 1.337 rispetto a ieri. 8.905 il numero totale di decessi, +249 rispetto a ieri. Solo 7 i ricoverati in più, mentre 14.798 persone sono in isolamento a casa. Gallera ha poi detto che i dati di Milano “non ci fanno stare tranquilli”, spiegando che in città solo ieri ci sono stati 171 nuovi positivi, mentre considerando la città metropolitana i contagiati sono 411 più di ieri. La curva dei contagi mostra infatti che Brescia e Bergamo si sono sostanzialmente stabilizzate, mentre Milano continua a salire.

“La curva ha iniziato la discesa e comincia a scendere anche il numero dei morti. Dovremo cominciare a pensare alla fase 2 se questi dati si confermano”. Lo ha detto in conferenza stampa il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale