Lun. Feb 24th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Cristiano Ronaldo lascia la Juventus a fine stagione?

4 min read

during the Serie A match between Juventus and Hellas Verona at Allianz Stadium on September 21, 2019 in Turin, Italy.

EVENTI IN EVIDENZA

Secondo molti media CR7 potrebbe abbandonare i bianconeri a giugno

Cristiano Ronaldo: fenomeno sui campi di calcio ed inevitabilmente fenomeno anche mediatico. Nel suo caso, poi, fenomeno anche economico e commerciale.

Come dire, sei bravo, bello e guadagni tanti soldi giocando a pallone, ma per questo ti ritrovi ad essere messo sempre in discussione. Non c’è gesto, parola o azione “fuori luogo” del Fenomeno che non faccia il giro delle copertine dei giornali di mezzo mondo.

Come se il “fenomeno” non fosse prima un essere umano. Un ragazzone di 34 anni che come tutti i suoi coetanei può lasciarsi andare ad emozioni ed istinti a volte incontrollati.

E proprio per una sua reazione istintiva, sicuramente stizzita, dopo la sostituzione subita contro il Milan nell’ultima partita di campionato, non si parla altro che del suo addio anticipato alla Juventus ed al calcio italiano.

La seconda sostituzione consecutiva subita da Ronaldo è un fatto eclatante

Calcisticamente parlando è una cosa che agli altri capita con una frequenza più o meno alta. Ma che al fenomeno non era quasi mai capitato prima, nella sua lunga e vincente carriera sportiva.

Ed allora ecco che – dal non voler uscire dal campo in una partita comunque affascinante come quella contro il Milan – all’andar via a fine stagione è un attimo.

Per molti media, dopo quell’episodio “Ronaldo è un giocatore finito”, “Ronaldo ha rotto con Sarri e con l’ambiente bianconero” o addirittura “Ronaldo ha già deciso il suo futuro lontano dall’Italia”.

Cristiano Ronaldo, semplicemente, non ha gradito che il Mister lo richiamasse in panchina a partita in corso, soprattutto col risultato ancora in bilico, a testimonianza del fatto che uno come lui – 5 volte 5 pallone d’Oro – sente ogni match come se fosse una finale dei mondiali.

Cristiano Ronaldo in campo da sempre il 101 percento!

E’ consapevole che nelle ultime partite – complice anche un ginocchio un po’ malandato – non sta rendendo come suo solito. Ed allora ecco che il gesto d’ira e la parolina fuori luogo ci stanno tutte dopo il secondo cambio consecutivo.

Lo ha capito benissimo anche la società che ha deciso di non multare il giocatore pur essendo in diritto di farlo. Sicuramente Ronaldo sarà richiamato ufficialmente e gli sarà fatto notare che, per il futuro, sarà meglio evitare certi atteggiamenti.

Una questione di rispetto per i compagni, per i tifosi e per tutto l’ambiente bianconero. Con queste premesse sembra oggettivamente difficile che il campione portoghese lasci la Juve a fine campionato. Soprattutto se la squadra dovesse arrivare in fondo alla tanto sognata Champions League.

Il contratto di Ronaldo scade “naturalmente” a giungo 2022, ma secondo uno dei più autorevoli quotidiani sportivi italiani sembra che dall’ambiente juventino filtrino notizie di un’estensione del “progetto Ronaldo” fino al 2024.

Uno come lui serve in campo ma serve anche fuori, per attirare a Torino altri fuoriclasse e soprattutto per attrarre sponsor e finanziamenti.

Cristiano Ronaldo è un fenomeno calcistico di indiscusso talento ma è anche un brand che ha già portato alla Juventus un sacco di soldi. Un vero fenomeno calcistico, (mediatico) ma anche economico e commerciale.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close