• Lun. Ott 25th, 2021

Cusano Mutri. Infiorata del Corpus Domini, domenica 18 giugno la celebrazione

DiThomas Scalera

Giu 10, 2017

CUSANO MUTRI (BN). Sono molti i borghi d’Italia che si vestono a festa in occasione del Corpus Domini ornando piazze, strade e chiese con le variopinte infiorate. A Cusano Mutri, nel cuore del Parco regionale del Matese, l’infiorata è un’opera collettiva che coinvolge l’intero paese e che attira sulle colline del Sannio, qui in Campania, migliaia di turisti. È una tradizione che si rinnova da oltre un secolo, anche se il battesimo ‘ufficiale’ della manifestazione è datato 1994 e che quest’anno è prevista per il 18 giugno.
Già nel corso della settimana che precede la ricorrenza uomini e ragazzi battono le colline dei dintorni per cogliere i fiori più sgargianti e adatti alle composizioni. Se riuscite ad arrivare a Cusano Mutri alla vigilia della ricorrenza vi gusterete la paziente opera di tracciatura dell’infiorata: mani esperte degli artisti locali disegnano su strada i contorni dei soggetti, che variano di anno in anno.
I tappeti dell’infiorata prendono poi forma e colori alle prime luci dell’alba, nel giorno di festa. Si possono ammirare passeggiando per vicoli e piazze del centro storico, a partire dalla centrale piazza Orticelli, e curiosando nelle principali chiese del centro storico, un patrimonio che spazia dal romanico al barocco. A fianco dei più tradizionali soggetti liturgici si trovano anche composizioni ispirate a temi sociali e umanitari.
Nel borgo, taverne e osterie accolgono portando in tavola una gastronomia locale basata su ingredienti a ‘chilometro zero’ e semplicità nella preparazione: paste fatte in casa (i casatielli ripieni di uova e formaggio, i panzarotti con crema di castagne, miele e cioccolato), gli onnipresenti funghi, i vini e l’olio del territorio.
Poi, verso il tramonto, riprende il sopravvento la dimensione religiosa dell’infiorata: è l’ora della processione del Corpus Domini, fortemente sentita dagli abitanti di Cusano Mutri, un lungo e composto serpente che si snoda nella maglia medievale del centro storico lambendo i tappeti fioriti.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru