• Gio. Gen 27th, 2022

Diciannovesimo turno del campionato di Serie A

Presentazione del diciannovesimo turno del campionato di Serie A 

(Di Genesio Tortolano). La diciannovesima ed ultima giornata del girone di andata del campionato di Serie A, si è aperta ieri con tre anticipi, il primo alle 18,30, è stato quello della Dacia Arena, tra l’Udinese, compagine bianconera, allenata da Gabriele Cioffi, che era opposta alla Salernitana, team, guidato da Stefano Colantuono. Questa partita, è stata il remake di Juventus – Napoli e di Lazio – Torino dello scorso anno, non disputate la prima volta a causa del diniego delle ASL di far partire le suddette compagini per le trasferte a causa della positività al Covid di alcuni loro tesserati, sia calciatori, che qualche membro dello staff tecnico. L’Udinese, scesa formalmente e regolarmente, invano sul rettangolo di gioco ha atteso i canonici quarantacinque minuti previsti come previsto dal regolamento, l’arbitro Camplone della sezione di Pescara, sanciva la chiusura del match. Ora, si attenderà, il pronunciamento del giudice sportivo che a norma di regolamento, dovrebbe assegnare il 3 – 0 a tavolino in favore dei friulani. Questo sarebbe certamente il primo capitolo del mini romanzo, poichè le carte bollate la farebbero da padrone, con i ricorsi che verrebbero presentati dal sodalizio granata campano. Gli altri due anticipi, sono stati disputati entrambi alle 20,45 e sono andati rispettivamente in scena all’Allianz Stadium, dove si sono affrontate la Vecchia Signora in bianconero, la Juventus del tecnico Massimiliano Allegri, opposta al pericolante club rossoblù del Cagliari. La gara, si è rivelata molto più combattuta del previsto, rispetto alle indicazioni fornite dalle previsioni della vigilia. Il 2 – 0 finale, risultato definito all’inglese, per quanto visto sul rettangolo di gioco, penalizza, oltremodo gli ospiti sardi, autori di una prestazione ordinata ed attenta, condita da due nitide occasioni sul risultato ancora in bilico di 1 – 0 che convertite in rete, avrebbero potuto dare un senso diverso al match, cambiandone probabilmente l’inerzia e l’esito finale. Quasi in chiusura, è arrivato invece il goal del raddoppio per i bianconeri che ha scritto la parola fine sul match. Parallelamente, allo stadio Luigi Ferraris, si sono affrontate, il grifone rossoblù del Genova del tecnico Andriy Shevchenko e la Dea neroazzurra dell’Atalanta, guidata da Giampiero Gasperini. Per la cronaca, il match si è chiuso con il risultato a reti bianche, come amava dire il celeberrimo Sandro Ciotti, uno dei mostri sacri del giornalismo sportivo e non solo, cantore del bel calcio che con la sua inconfondibile voce roca, scandiva con maestria le domeniche calcistiche, attraverso le onde radiofoniche della mitica trasmissione “Tutto il Calcio Minuto Per Minuto”, creata dai lungimiranti, Sergio Zavoli, Guglielmo Moretti e Roberto Bortoluzzi, quest’ultimo dirigeva lo studio centrale.

A fare da apripista alle gare odierne, il derby emiliano tra i neroverdi del Sassuolo di mister Alessio Dionisi e la compagine rossoblù del Bologna, allenata da Sinisa Mihajlovic. Contemporaneamente si disputerà il confronto, tra gli arancioneroverdi lagunari del Venezia di Paolo Zanetti e il club biancoceleste della Lazio del trainer Maurizio Sarri. Due partite che si prevedono entrambe interessanti e ricche di spunti sul piano del gioco e che promettono goal e spettacolo. Alle 18,30, i fari sono puntati sullo stadio Marcantonio Bentegodi, dove si sfidano i gialloblù dell’Hellas Verona di Igor Tudor e i viola della Fiorentina di Vincenzo Italiano. Sia la compagine scaligera, che quella gigliata, stanno effettuando un’ottimo percorso in questo campionato, contraddistinto da tante soddisfazioni. Per quanto concerne i toscani vi sono addirittura concrete mire in ottica competizioni europee. Nel medesimo orario, lo Stadio Giuseppe Meazza, si illumina per fare da cornice alla gara tra, l’Inter capolista di Simone Inzaghi e i granata del Torino di Ivan Juric. Il pronostico pur non essendo del tutto scontato, pende largamente in favore dei neroazzurri meneghini, dall’alto della loro conclamata superiorità tecnica. L’altro confronto, sempre alle 18,30, è quello dello Stadio Olimpico, dove si gioca Roma – Sampdoria. I giallorossi, allenati da Josè Mourinho, arrivano a questo confronto caricati dal roboante successo in termini numerici per 1 – 4, maturato in quel di Bergamo al Gewiss Stadium, contro il sodalizio neroazzurro orobico dell’Atalanta del patron Antonio Percassi. La vittoria dei capitolini, poteva essere messa anche in preventivo, un tantino meno, invece le reti di scarto che l’hanno determinata. La Sampdoria di Roberto D’Aversa, pur essendo alle prese con questioni riguardanti il futuro societario che fa tremare le mura del centro sportivo di Bogliasco, è in leggera ripresa sul piano del gioco, delle prestazioni in campo e conseguentemente dei risultati. Alla luce di tutte queste considerazioni, unite alla maggiore qualità tecnica della rosa, la Roma è favorita e pertanto dovrebbe incamerare i tre punti in palio. Completano il quadro delle gare in calendario per questa diciannovesima giornata del massimo campionato di serie A, i posticipi delle 20,45, e cioè quelli tra Napoli e Spezia e tra Empoli e Milan. Partiamo da quello dello Stadio Diego Armando Maradona, dove gli azzurri partenopei allenati di Luciano Spalletti, affrontano il sopraccitato sodalizio bianconero ligure guidato dal sempre più traballante Thiago Motta. Una sfida, quest’ultima tutta in salita per gli ospiti che avranno una montagna praticamente da scalare. Il Napoli, nonostante le tantissime assenze causa infortuni, sembra aver superato il periodo critico, grazie al tonificante successo esterno pe 0- 1, conseguito domenica scorsa al Meazza contro il Milan. L’altro incontro, che avrà quale teatro lo stadio Castellani, è che si prevede combattuto, è quello tra gli azzurri dell’Empoli di mister Aurelio Andreazzoli e il team rossonero del Milan, allenato da Stefano Pioli. da una parte ci sono i padroni di casa, desiderosi di ottenere un risultato di prestigio, sull’altro versante della barricata, c’è ex capolista che arriva con grande voglia di riscatto, dopo il ko interno incassato contro il sopraccitato Napoli. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale