• Mar. Ott 19th, 2021

Dimissioni on line lavoratori dipendenti nuove regole da Marzo 2016

DiThomas Scalera

Gen 25, 2016

lavoro-online-400x260

Dimissioni lavoratori dipendenti come cambiano le procedure tra semplificazioni e burocrazia presto on line.

Il 15 dicembre 2015 è entrato in vigore un nuovo decreto ministeriale che modifica completamente il procedimento per poter comunicare ai datori di lavoro la volontà di recedere da un rapporto di lavoro dipendente. Tali modifiche sono contenute nel Decreto Legislativo n.151/2015 decreto semplificazioni appunto, ma sarà davvero semplificata questa procedura?

Fino ad oggi esistevano vari sistemi per poter comunicare al datore di lavoro la propria volontà di recedere dal rapporto di lavoro volontariamente, il più utilizzato consisteva nel riportare in calce su un documento che veniva prodotto telematicamente denominato UNILAV la propria volontà di recedere dal rapporto di lavoro una procedura veloce e semplice.

Cosa prevede la nuova procedura delle dimissioni on line?

La nuova procedura prevede tre fasi distinte vediamo di seguito, brevemente, in cosa consiste:

  1. la prima fase prevede che il lavoratore debba procurarsi per prima cosa il PIN INPS e reperire le credenziali di accesso dal sito Cliclavoro.
  2. La seconda fase invece prevede la compilazione del modello online tramite il portale del Ministero del Lavoro.
  3. La terza e ultima fase invece prevede che il modello, redatto e salvato, sarà inviato automaticamente dal Ministero al datore di lavoro e alle Direzioni Territoriali del Lavoro di competenza territoriale.

Ad ogni modello telematico sarà attribuito un codice identificativo e la data certa di trasmissione. I modelli saranno comunque disponibili anche in un secondo momento sia per i datori di lavoro che dalla Direzione Territoriale del Lavoro.

Conclusioni

Per concludere è importante sapere che dal 12 marzo 2016 non sarà più possibile effettuare le dimissioni o le risoluzioni consensuali ma anche la revoca con modalità diverse da quelle sopra descritte.

 

Nulla cambia invece per le dimissioni dei genitori lavoratori in quanto la procedura da seguire sarà sempre quella individuata dal D.L. 151/2001, in questi casi infatti bisognerà recarsi direttamente presso la Direzione Territoriale del Lavoro.

Semplificazione doveva essere la parola d’ordine ma è evidente che prevedere tutte queste iscrizioni a vari portali telematici, munirsi di un pin una password ecc. non è proprio alla portata di qualsiasi lavoratore e di certo non si vede all’orizzonte una vera semplificazione della burocrazia che crea difficoltà sia alle aziende che assumono e a questo punto anche ai lavoratori.

Antonio Caduto – Consulente del Lavoro

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru