• Sab. Ott 23rd, 2021

Dragoni/Alife. Conferenza pubblica sulla vicenda del Ponte Margherita promossa dal sindaco e consigliere Lavornia

DiThomas Scalera

Gen 11, 2016

12419200_10208483590518213_650194252031725098_o
DRAGONI/ALIFE. Conferenza pubblica nel tardo pomeriggio di mercoledì sulla vicenda di Ponte Margherita, il cui stato di estrema pericolosità ne ha comportato, l’altro ieri, l’immediata chiusura al transito sia veicolare che pedonale a partire. A promuoverla, d’intesa con il presidente della Provincia di Caserta Angelo Di Costanzo, è il consigliere provinciale Silvio Lavornia che, nella sua veste anche di sindaco di Dragoni, il comune maggiormente colpito e danneggiato dall’interdizione al traffico della struttura posta lungo la provinciale 331 che rappresenta un importante snodo per l’intero alto casertano, ha inteso chiamare a raccolta Provincia, Comuni, tecnici, esperti e cittadini per discutere dell’intera problematica riguardante il ponte, mettere in mostra foto e rilievi tecnici sulle condizioni dello stesso dichiarato pericoloso, pericolante e a rischio crollo, e delineare le strategie da perseguire nell’immediato futuro per ottenere, nel più breve tempo possibile dalla Regione Campania, ente proprietario della struttura, i fondi per la sua ricostruzione. Di tutto questo si parlerà a partire dalle ore 18,30 nella sala consiliare del Comune di Dragoni, dove si terrà un incontro aperto a tutti e al contributo di ciascuno dei soggetti interessati alla tematica, alla presenza anche dei consiglieri provinciali Stefano Giaquinto e Rocco Landi, dei sindaci di Piedimonte Matese, Alife, Baia e Latina, San Potito Sannitico, Gioia Sannitica e degli altri centri montani, del dirigente del settore Viabilità della Provincia Antonino Del Prete e del tecnico esperto che ha redatto la relazione finale sulla pericolosità ed il rischio crollo del ponte. Verranno ripercorse le varie fasi dell’iter che ha portato all’emanazione del provvedimento di divieto di transito veicolare e pedonale sulla struttura, saranno esibiti gli atti e mostrate le immagini per evidenziare il grave stato in cui versa il ponte. I vertici della Provincia presenteranno anche il pacchetto delle misure già adottate ed in via di definizione per migliorare ulteriormente la percorribilità ed aumentare gli standards di sicurezza della strada provinciale Piedimonte-Ponte dei Briganti-Villa Ortensia, l’arteria parallela alla ex statale 158 che da sabato assorbe l’intero traffico che prima passava per Ponte Margherita, tanto che l’amministrazione Di Costanzo ha già stanziato 70 mila euro. “Saranno concertate insieme ai sindaci del Matese anche le azioni da mettere in atto perché la Regione Campania intervenga in maniera celere e concreta per consentire, con proprie risorse, la ricostruzione del ponte. – spiega il consigliere Lavornia – I cittadini, i commercianti, gli imprenditori e gli operatori economici interessati dalla chiusura della struttura perché colpiti dagli inevitabili disagi che ne derivano, sono invitati a partecipare per dare maggiore voce ad un territorio chiamato, ma come ora, ad una prova di compattezza e di responsabilità per superare velocemente una emergenza che, tengo a precisarlo, è stata creata certamente non dall’attuale amministrazione provinciale, che ha avuto anzi il merito di tutelare la salute dei cittadini tutti. In un paese come l’Italia dove si interviene sempre dopo che ci sono stati crolli e morti, siamo riusciti a prevenire i rischi e preservare l’incolumità di automobilisti e di quanti quotidianamente transitano sul ponte”.
comune_dragoni2

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru