• Dom. Ott 17th, 2021

dragoni-alife-ponte-margherita
DRAGONI/ALIFE. Ponte Margherita: ancora atto primo. Tutto fermo, così come previsto, il contrario di come preannunciato, in maniera sconsiderata, frettolosa e superficiale, da alcuni, che davano il Ponte per riaperto, almeno temporaneamente, con buon pace delle quasi mille firme del Comitato Pro-Ponte e delle numerosissime attività artigianali-commerciali che stanno subendo oltremodo la chiusura della struttura. Collocato in un punto nevralgico di collegamento tra l’Alto Casertano, il resto della Provincia di Caserta ed il Sannio, il Ponte Margherita, costruito nell’immediato dopoguerra sopra il Fiume Volturno, confine naturale tra i territori comunali di Alife, Dragoni e Baia Latina, resta chiuso per deficit strutturali certificati da esperti incaricati dell’Università di Napoli. Eppure sarebbero già stati concessi 8 milioni dieuro di finanziamento pubblico (Ministero LL.PP.) per la sua ricostruzione, ma neppure un centesimo l’Ente Provincia può spendere in quanto le somme devono necessariamente prima essere appostate in bilancio, nella parte entrate (il finanziamento) e nella parte spese (i costi occorrenti per i lavori alla struttura). Per farlo occorre approvare il bilancio previsionale 2016, cosa che ad oggi non è stata ancora fatto e nessuna previsione può essere presa in esame sui tempi di approvazione (scadenza naturale, salvo proroghe, è il 30 di aprile 2016). Deve necessariamente trovarsi almeno la copertura integrale dei costi, cosa allo stato attuale alquanto difficile. All’orizzonte anche il taglio al personale, con un’inaspettata mobilità da parte dei dipendenti stessi.
Fonte: Matese News

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru