CinemaCronacaNewsPagina Nazionale

E’ morto il regista Bernardo Bertolucci

Bernardo Bertolucci, Marlon Brando e Maria Schneider 

ROMA. È scomparso oggi Bernardo Bertolucci,

regista di ‘Ultimo tango a Parigi’, ‘Novecento’ e ‘l’Ultimo Imperatore’, unico italiano ad aver vinto un Oscar per la regia nel 1987.

Malato da tempo, si è spento nella sua abitazione romana.

Figlio del grande poeta Attilio Bertolucci, nato a Parma, si traferirà all’età di 12 anni a Roma. Già da adolescente dimostrerà di avere passione per il mondo cinematografico e sarà Pier Paolo Pasolini che lo introdurrà in questo mondo scegliendolo come assistente alla regia del film ‘Accattone’.

L’anno dopo Bertolucci dirigerà il suo primo film, ‘La commare secca’, poi seguirà ‘Prima della rivoluzione’ e il famoso ‘C’era una il west’ ma con ‘il Conformista’ vince il suo primo David di Donatello e avrà la nomination agli Oscar per la sceneggiatura. Il primo vero successo arriva nel 1972 con Ultimo tango a Parigi, un film passionale, spinto e molto esplicito. Il film otterrà grande successo e sarà premiato con un David di Donatello, un Nastro d’argento e una nomination all’Oscar ma verrà subito censurato e soltanto nel 1987 il film verrà riproposto al pubblico.

 Un altro capolavoro cinematografico e  significativo sarà ‘Novecento’, a sfondo politico con la grande Stefania Sandrelli, Robert De Niro e Gerard Depardieu. Questo film sarà istruttivo per lui perché gli mostrerà una visione nuova della politica e dei suoi ideali. 

Negli anni ’80 egli si è dedicato molto ai viaggi e questo lo porterà a girare nel 1988 il capolavoro ‘L’Ultimo Imperatore’, un kolossal girato in Cina che sarà pluripremiato. Gli ultimi film che girerà saranno ‘Io ballo da sola ‘ e ‘l’assedio’, ma dopo la grave malattia che lo costringerà a vivere sulla sedia a rotelle egli girerà un documentario a Roma per raccontare quanto sia difficile la vita da disabile.  Altri film di successo sono stati ‘Dreamers’ assolutamente esplicito,scandaloso ed amaro, e poi  infine ‘Io e te’ nel 2012. Gli ultimi premi arrivano nel 2007 quando a Venezia riceve un Leone d’oro, nel 2011 a Cannes gli viene consegnata la Palma d’oro alla carriera e nel 2008 anche lui brilla sulla famosa Walk of Fame dell’Hollywood Boulevard di Los Angeles.

Con Bertolucci se ne va una parte del cinema Italiano, quella parte fatta di trasgressione, qualità e riflessione. I suoi capolavori hanno lasciato il segno raccontando pezzi di storia e di politica che hanno segnato il Novecento. Ha rischiato pur sapendo di farlo ed il Cinema Italiano glien’ è grato.

Arrivederci Bernardo.

Leggi anche:

https://www.v-news.it/il-rispetto-degli-innocenti/
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell

Comments are closed.