• Lun. Ott 25th, 2021

Elezioni 2015. Riflessioni sul voto, a freddo, in Provincia di Caserta, FI primo partito. Nel M5S vince Viglione ma la stella di Margherita Del Sesto brilla in tutta la Provincia

DiThomas Scalera

Giu 8, 2015

de-luca112418035-9dba53f7-4f70-44c9-a05b-f7dd34611f7c

Caserta. A distanza di un po’ di giorni credo sia giusto e doveroso fare una riflessione chiara su quelle che sono state le scorse Elezioni Regionali. Su vari quotidiani online sono usciti articoli faziosi e parziali che hanno indirizzato, più o meno, l’opinione pubblica verso una verità che, secondo noi, non è quella VERA.

Analizziamo in maniera asettica i numeri su base Regionale:

L'”impresentabile” De Luca vince con il 41% sul governatore uscente Caldoro, dimostrando che il Centrodestra non ha soddisfatto sicuramente le aspettative dei Campani. In forte crescita il Movimento 5 Stelle con Valeria Ciarambino che raggiunge il 17,64% con un incremento del 16,29% rispetto al 2010, una crescita che nessuno ha avuto, un risultato a dir poco straordinario che ha portato 7 consiglieri del M5S, che veniva considerato in calo, nel Parlamentino di Sant’Anna.

L’obiettivo del nostro pezzo, però è l’analisi della situazione a livello della Provincia di Caserta. Il capoluogo di Provincia resta una città essenzialmente di Centro-Destra, gli elettori infatti hanno dato alla coalizione di Caldoro il 42,09% contro il 37,38 dello “sceriffo di Salerno”. Nello specifico, su base provinciale Forza Italia resta il primo partito una percentuale del 20,14 staccando il PD (in caduta libera) a poco più del 18%.

ciarambino

Anche qui il dato del M5S è impressionante perché passa dallo 0 al 16,81%. L’ago della bilancia, a nostro parere, è stata proprio l’Area Interna, quella al nord del Volturno, nell’area geografica della Valle del Volturno che va dal Massiccio del Matese a Sessa Aurunca. In molti dei Comuni di questa zona, in particolare nell’Alto Casertano, il Movimento 5 Stelle è stato in assoluto il primo partito.

Considerando gli otto comuni più importanti dell’area il risultato è impressionante: Forza Italia raccoglie il 19,50 % dei consensi, il PD ne raccoglie il 20,72 e il M5S svetta con ben il 21,65% trovando nei Comuni di Pietravairano (40,50% trainati da una strepitosa Margherita Del Sesto che ha saputo, evidentemente, battere il Vice Sindaco Littera, candidata contro di lei da Caldoro) e Vairano (27,80% dove ha battuto la concorrenza di due candidate locali, Carmen Cipollone e Chiara Cortellessa).

Detto questo, nonostante il risultato regionale a favore di un Presidente che, comunque la si voglia girare, non potrà governare, resta il risultato straordinario della Del Sesto che raccoglie in tutta la Provincia ben 5535 voti, risultando seconda in assoluto e piegandosi solo a Vincenzo Viglione, vera e propria ISTITUZIONE del Movimento 5 Stelle. Un risultato che qualcuno ha tentato, in ogni modo, di sminuire ma a dar manforte alla nostra tesi c’è il fatto che Margherita Del Sesto, oltre ad essere la prima non eletta (per una manciata di voti) in provincia, è anche sull’intera base regionale una dei candidati con maggiori preferenze, un’ottima base di partenza sicuramente che consoliderà sul territorio un team di meetup e attivisti che hanno lavorato molto bene fino ad oggi, evidentemente.

IMG_0816

Secondo il nostro parere non si può parlare di “voto di protesta” perché ormai l’elettore medio del M5S valuta bene, sceglie, vota sui progetti e sulle idee che propone il Movimento attraverso i candidati e, in questo caso, Margherita Del Sesto e Vincenzo Viglione sono risultati i più convincenti.

Anche se la candidate espressione dell’Alto Casertano non ce l’ha fatta, va detto che, sicuramente, il Movimento Casertano ha trovato una forza in più proveniente da una zona dove prima era raro o completamente assente (fatta eccezione per Teano). Quindi VITTORIA è STATA perché, se non altro, si è riusciti a fare fronte comune su un nome, ritenuto dai più degno di essere sostenuto, e si è sbaragliata la concorrenza di altre aree più popolose della Provincia, cosa mai accaduta nella storia, una coesione che solo il M5S poteva dare alle persone.
Chi bolla tutto ciò come una sconfitta o è fazioso o non capisce nulla di politica.

Ora non resta che aspettare per vedere se avremo un governo regionale oppure no, intanto, in tutto l’Alto Casertano, sono apparse in cielo 5 stelle, e speriamo che rimangano visibili il più a lungo possibile.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru