campaniaNewsPoliticaSessa AuruncaTerritorio Aurunco

Elezioni regionali, campagna elettorale partita anche nel territorio aurunco: Schiavone è pronto

Massimo Schiavone inizia la sua rincorsa al consiglio regionale

SESSA AURUNCA. Ormai la campagna elettorale è partita. Ora si entra nel vivo del gioco e i primi movimenti già si intravedono all’orizzonte. Nel territorio aurunco, tra i candidati, colui che si è mosso per primo è senza ombra di dubbio il rampollo della famiglia Schiavone. La sua figura  già da mesi giganteggia sui cartelloni pubblicitari e sui pullman di linea di tutta la provincia di Caserta. Durante il periodo di Lockdown ha dispensato mascherine con il logo della sua azienda sanitaria in ogniddove, spingendosi addirittura a regalarle al comando di Polizia Municipale di Carinola ed è stato l’unico che ha occupato gli spazi pubblicitari nonostante ancora non si fosse piazzato in nessuna lista in modo ufficiale.

La sua rincorsa al consiglio regionale è partita anche grazie ad alcune azioni politiche, come l’assunzione del Vicesindaco di Pietravairano all’interno di una delle strutture di residenza di proprietà Schiavone; vicenda immortalata anche dai selfie di rito su uno yacht da un milione di euro. Inoltre, ha attirato a se anche Umberto Sarno, uno dei membri della ‘congiura di Santa Lucia’ che costò la carica di Sindaco a Cristina Compasso di Cellole; quest’ultimo è stato assunto con non si sa quale carica.

Tutta questa movimentazione, è ovvio che faccia parte di una strategia che serve a creare consensi, allargare le maglie della sua squadra d’azione, perché  la posta in palio è altissima e Massimo Schiavone a differenza di Oliviero, Grimaldi, Zinzi e compagnia cantante è alla sua prima volta, ragion per cui, creare rete è di fondamentale importanza per riuscire ad ottenere il budget di voti utili per il salto in Consiglio Regionale.

La scelta di spostarsi dal PD al partito creato da Mastella con riferimento a Bosco, non è soltanto frutto di un trasformismo non troppo latente che immobilizza tutta la politica nazionale, ma  fa parte sempre di una strategia ben congeniata: con una lista minore è sicuramente più facile essere eletto, nel senso che la soglia di sbarramento è sicuramente più bassa rispetto ad un partito cosiddetto ‘mainstream’.

La base di partenza, o meglio dire, la ‘forza elettorale’ da cui parte il gruppo Schiavone è già ben definita. Il quotidiano Appia Polis ha chiaramente scritto, attraverso alcune registrazioni, che ogni dipendente è un portatore di voti; circostanza questa portata a galla anche dalle  nostre colonne all’epoca dell’ultima campagna elettorale Cellolese. In quei giorni a dire il vero, fece scalpore una dichiarazione del papà di Massimo Schiavone, il dott. Michele che ai microfoni di Matilde Crolla annunciò chiaramente di pretendere voti dai dipendenti suoi, in un’intervista che agli addetti ai lavori viene ancora ricordata come un manifesto chiaro e conciso del voto di scambio che da anni attanaglia la figura del magnate della sanità privata.

Massimo è giovane, ha con sé il potere economico e quello lavorativo e al momento è il candidato sessano che più di tutti può creare un nuovo corso, dando la definitiva spallata a Gennaro Oliviero che al momento è indietro nei sondaggi di gradimento.

Il sodalizio creato dalle due compagini politiche, è durato pochi anni, fin quando nelle politiche del 2018 Oliviero bucò l’ingresso alla Camera dei Deputati. Da quel momento i rapporti si sono incrinati, ed era ovvio che uno dei due dovesse liberare un posto tra i banchi del Partito Democratico. Per questo, il gruppo Schiavone ha deciso di virare su Mastella, un altro dinosauro della politica, per crearsi il varco giusto e compiere quel salto decisivo che gli permetterebbe di spiccare il volo nella carriera politica così tanto agognata.

La guerra è appena partita. Ci sono vari mesi, e i colpi di scena sicuramente non mancheranno. Dopo il caso delle dimissioni di Silvio Sasso, poi rientrate, ci saranno altre azioni politiche che destabilizzeranno il piano istituzionale del territorio aurunco. Una nuova stagione è partita, e Schiavone al momento è in vantaggio su tutti.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.