NewsStoria

Emanuele Filiberto di Savoia chiede perdono per le leggi razziali

L’erede dei Savoia,Emanuele Filiberto ha chiesto perdono alla comunità ebraica per la firma, a nome di Emanuele III,suo bisnonno, alle leggi razziali del 5 Settembre 1938

Il Presidente delle comunità ebraiche:” Nessuna comunità può concedere il perdono a nome di tutti coloro che furono sterminati
Leggi razziali

Leggi razziali. Un ricordo doloroso del Novecento. Una pagina di Storia che non vorremmo più rivivere.

5 Settembre 1938, re Vittorio Emanuele III,firma le leggi razziali volute da Benito Mussolini e ciò darà vita al genocidio degli Ebrei.

Circa Otto milioni tra adulti e bambini, sono morti nei campi di sterminio idealizzati da una cultura che aveva come scopo il preservare la razza.

Oggi

A distanza di anni, Emanuele Filiberto di Savoia ha indirizzato una lettera ai ‘Fratelli della Comunità Ebraica Italiana’ chiedendo perdono per i reati commessi contro di loro.

Il suo bisnonno,re Emanuele III firmò l’inizio delle persecuzioni nei confronti degli Ebrei.

re Vittorio Emanuele III

A rispondere a questa richiesta, il Presidente dell’UCEI, Unione delle comunità ebraiche,Noemi Di Segni

:” Né l’Ucei né qualsiasi comunità ebraica possono concedere il perdono in nome e per conto di tutti gli ebrei che furono discriminati, denunciati,deportati e sterminati.

Nell’Ebraismo persino a Dio non si può rivolgere una richiesta di perdono,se chi ha il senso di colpa non si è prima scusato dinanzi alla persona offesa”.

La Presidentessa,inoltre, afferma che non è chiedendo perdono ai media che il nome del suo avo possa essere riabilitato agli occhi della loro comunità.

I crimini compiuti durante il Fascismo hanno rappresentato una pagina di Storia davvero inquietante, macabra che dovrà essere una consapevolezza per non sottovalutare i segnali di ipotetiche nuove forme di estremismo radicate nella nostra società.

Ogni forma di estremismo non deve affatto essere presa alla leggera e continua “Non sarà una dichiarazione a renderlo migliori ai nostri occhi ma i fatti”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell

Rispondi