• Mar. Mag 17th, 2022

Falciano del Massico dice No alla guerra. Marcia con la Fiaccola della Pace per chiedere il “Cessate il Fuoco”

Falciano del Massico(Ce). L’Amministrazione Comunale diretta dal Sindaco Erasmo Fava, con l’Istituto Comprensivo “CarinolaFalciano del Massico” ( sede di Falciano ) diretto dalla Preside Giuseppina Zannini, in risposta all’appello di adesione del Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio, hanno organizzato la Marcia per la Pace con la partecipazione degli alunni e la presenza della “Fiaccola della Pace” accesa con l’intenzione “PACE in UCRAINA” e nel mondo. La situazione è grave: chi vuole davvero la Pace non può restare in silenzio! AL corteo hanno partecipato gli alunni delle Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di accompagnati dai docenti in servizio, Presso la Villa comunale, in C.so Garibaldi. “Proprio in queste ultime settimane il Comune ha ospitato bambini e famiglie provenienti dall’Ucraina” ha ricordato il Sindaco Erasmo Fava nell’intervento di saluto, “vogliamo esprimere loro tutta la nostra vicinanza e solidarietà, condannando quanto sta accadendo nel loro paese. Una guerra che se non viene fermata rischia di allargarsi e di coinvolgere l’intera Europa. E’ una follia, bisogna fare ogni sforzo affinchè ci sia un immediato “Cessate il Fuoco”. Noi siamo qui oggi proprio per questo motivo, le nostre voci unite alle tante che si stanno levando in tutto il mondo, possano servire per smuovere la voce di chi di dovere e porre fine a questo cruento conflitto”. Poi in occasione della Giornata nazionale delle vittime del Covid ricorrente proprio in questa data, ha voluto dedicare un minuto di silenzio per le tante vittime decedute per covid, di cui molte proprio residenti a Falciano. Al termine del momento di raccoglimento è intervenuto il parroco Don Valentino Simoniello che ha invitato tutti i presenti a recitare una preghiera alla Madonna per implorare la Pace. Quindi sulle note del brano “Accendi la Pace” dedicato alla storia della “Fiaccola della Pace” è avvenuta da parte della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio la cerimonia di accensione e di consegna della Fiaccola ad una rappresentante delle comunità ucraine residenti nel territorio, la cerimonia della Fiaccola come da cerimoniale ha aperto il corteo. La Marcia ha attraversato il corso principale del paese per giungere fino al Nuovo plesso della scuola secondaria di 1° grado in VIa Tiglio da poco inaugurata dove l’Amministrazione ha voluto mettere a dimora un secondo Albero della Pace( il 1° fu messo a dimora durante la 1a tappa della Fiaccola della Pace avvenuta nell’anno 2019) , il monumento vivo della Memoria storica, dedicato a tutti i caduti e alle vittime delle guerre, attentati, criminalità, stragi, mafie e terrorismo, di Falciano e nel mondo dai 100 anni ad oggi e dedicato inoltre alla Pace in Ucraina e nel mondo.
Durante il tragitto gli alunni delle scuole ha animato il bellissimo corteo vivo multicolore con striscioni, cartelloni e disegni sui quali si leggevano frasi sulla Pace da loro realizzati ed inoltre bandiere della Pace e dell’Ucraina. Gli alunni hanno animato anche con slogan in cui si è udita in chiaro la parola: “PACE, PACE, PACE”. Giunti presso la nuova sede della scuola la manifestazione è culminata con la messa a dimora dell’albero di ulivo della Pace, dal saluto della Dirigente scolastica Giuseppina Zannini, la quale ancora una volta ha ricordato l’importanza dell’educazione scolastica in tema di Pace e i valori del perdono e del dialogo, necessari per la riconciliazione e la fine dei conflitti . A seguire l’intervento della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio che ha ricordato ancora una volta che la Pace si fonda sull’azione della Nonviolenza e che le guerre e le armi sono strumenti del male. “Di fronte all’ordine ingiusto abbiamo il dovere di disobbedire”, ha così esordito richiamando con forza la citazione di don Milani e di don Tonino Bello che proprio in questo giorno ne era ricorsa la data di nascita. E ancora nel terminare ha evidenziato che “come cristiani abbiamo il dovere di schierarci e di scegliere da che parte stare”. Quindi è avvenuta la declamazione da parte del vice Presidente del Movimento per la Pace Gino Ponsillo, dell’appello “Cessate il Fuoco” a cui sono state invitate le Istituzioni presenti a sottoscriverlo. L’appello completo di firme è stato inviato nei giorni successivi al Governo. Hanno sottoscritto il Sindaco, l’assessore alla Pubblica Istruzione Maria Palmina Manica, l’Assessore alle Politiche Sociali, Pari Opportunità ed Ecologia Antonietta Rucco, la consigliera nazionale di Acli Terra Angela Di Donato, la Comandante della Polizia Municipale Laura Lombari, altri rappresentanti di associazioni presenti e alunni rappresentanti della scuola e i rappresentanti dell’Ucraina. Al termine la Presidente del Movimento per la Pace nel ringraziare la Dirigente scolastica e l’Amministrazione per l’impegno profuso per la causa di Pace ha consegnato Attestato di “Encomio speciale per la Pace” alla Scuola in vista dei percorsi già avviati con la Fiaccola per il cui impegno fu siglato il “Patto di Pace” e Attestato di ringraziamento speciale al Sindaco Fava, alle Assessori Manica e Rucco “Amiche speciali della Pace”, sempre presenti alle attività del Movimento per la Pace, un attestato di ringraziamento infine al parroco, alla Consigliera Acli Terra e al docente di musica dell’IC di Falciano prof. Andrea De Balsi, per l’impegno nel realizzare le voci del coro degli alunni della scuola che hanno partecipato al ritornello del brano “Accendi la Pace” dedicato alla storia della Fiaccola della Pace. Il Sindaco Fava infine a nome dell’amministrazione comunale, ha consegnato ad Agnese Ginocchio una pergamena per l’impegno di “Costruttrice di Pace”. Un ringraziamento infine alla Polizia municipale per il servizio d’ordine e sicurezza effettuato durante la manifestazione. Una giornata emozionante e ricca di speranza dove la parola Pace splendeva sul volto dei giovani e di tutti i presenti. “Se ogni giorno si parlasse di Pace le guerre scomparirebbero dalla storia”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa