Dom. Mag 31st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

E’ di Falciano del Massico l’uomo ucciso stamane al “San Rocco”, comunità sotto shock

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

 

E’ di Falciano del Massico l’uomo che stamane è stato ucciso da un immigrato presso l’ospedale civile “San Rocco” di

Sessa Aurunca. Si tratta di Luca Toscano di 77 anni, per tutti i falcianesi “l’infermiere”, professione che ha svolto

per anni con professionalità e passione presso il vicino ospedale di Teano e anche presso lo stesso “San Rocco” di Sessa Aurunca. Secondo quanto ricostruito sin qui dagli inquirenti l’uomo è stato aggredito all’improvviso dall’uomo di origini africane che a mani nude ha inferto colpi mortali all’anziano. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della locale tenenza agli ordini del Tenente Giuseppe Fedele insieme ai colleghi di Cellole e Baia Domizia. Il cittadino immigrato era stato condotto al “San Rocco” dal Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Statoche lo aveva arrestato a Castel Volturno mentre in strada danneggiava auto in sosta e minacciava passanti. L’uomo di colore per questi motivi era stato condotto al reparto psichiatrico dell’ospedale San Rocco. Ancora da chiarire le dinamiche dell’aggressione in particolare come e perché i due si sono incrociati all’interno della struttura sanitaria. Gli inquirenti stanno lavorando alacremente per accertare i fatti. Tanto lo spavento per l’accaduto da parte degli altri malati e i medici e operatori sanitari a lavoro presso l’Ospedale. Sotto schock l’intera comunità di Falciano del Massico.

 

LEGGI ANCHE:

Sessa Aurunca/Napoli. Il cinema napoletano arriva in città con l’attore e regista Carlo Giuseppe Trematerra

Sessa Aurunca/Napoli. Il cinema napoletano arriva in città con l’attore e regista Carlo Giuseppe Trematerra

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close