• Lun. Ott 25th, 2021

Fbi: “Dai killer di San Bernardino nessun messaggio su jihad sui social media”

DiThomas Scalera

Dic 17, 2015

img1024-700_dettaglio2_Strage-San-Bernardino-14-morti-Uccisi-2-killer-uno-musulmano-Reuters_

Smentita direttamente dall’Fbi una delle notizie circolate poco dopo la strage di San Bernardino compiuta da Syed Rizwan Farook e dalla moglie Tashfeen Malik. I due si scambiavano messaggi solo in privato.

È direttamente l’Fbi tramite il direttore James Comey a smentire una delle notizie circolate subito dopo la strage di San Bernardino, avvenuta il 2 dicembre scorso in un centro per disabili della California. I due attentatori, Syed Rizwan Farook e la moglie Tashfeen Malik, non avrebbero mai parlato apertamente della jihad sui social media. Marito e moglie si scambiavano messaggi sulla jihad e sul martirio già prima di essere sposati e lo facevano su Internet ma solo scrivendosi in privato. Secondo l’Fbi non ci sono infatti prove che i due attentatori di San Bernardino avessero manifestato e condiviso i loro pensieri sui social media. “Dalle nostre indagini risulta che alla fine del 2013, prima che i due si fossero incontrati di persona cosa che poi ha portato al loro fidanzamento e al viaggio negli Usa, nelle loro comunicazioni online si faceva riferimento all’impegno per la jihad e il martirio”, è quanto ha spiegato il direttore dell’Fbi James Comey.

I killer e la vicinanza all’Isis – Nei giorni seguenti alla strage in California costata la vita a 14 persone si era diffusa la notizia secondo la quale Syed Farook e la moglie Tashfeen Malik avrebbero dichiarato fedeltà all’Isis sui social negli stessi momenti nei quali consumavano la strage. In particolare si era diffusa la notizia che era stata la donna a pubblicare su un account Facebook diverso dal suo un messaggio di stretta vicinanza all’Isis. “Non sappiamo ancora il perché di questo evento terribile – diceva intanto nelle ore immediatamente successive alla strage il presidente Obama – la connessione con il terrorismo è possibile ma ancora incerta”. L’inchiesta degli investigatori Usa sulla strage di San Bernardino prosegue per accertare le eventuali complicità della coppia protagonista dell’assalto. Nel mirino degli agenti sono finiti in primo luogo i familiari dell’uomo.

Fonte: fanpage.it

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru