• Mar. Ott 26th, 2021

Femminicidio, domani diverse iniziative in Terra di Lavoro

DiThomas Scalera

Nov 24, 2015

In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne che cade domani 25 novembre, saranno numerose le iniziative promosse da associazioni, enti e movimenti in tutta la propvincia di Caserta. Tra le manifestazioni principali spicca quella promossa dall’Associazione V.E.R.I. ossia una rappresentazione teatrale della compagnia Arte in Parco Lab Teatrale Oregina, presso il Cinema Teatro Ariston di Mondragone, tratta dal libro “Nessuno mai potrà più udire la mia voce” di Deborah Riccelli, dedicato a Veronica Abbate, per la regia di Angelo Formato. La prima esibizione, lo scorso 8 Novembre, al teatro Carlo Felice di Genovalocandina, ha fatto registrare il tutto esaurito. Ispirato ad una storia che non si vorrebbe mai raccontare, leggere o ascoltare in televisione. La vita di Francesca, protagonista del racconto, colpevole agli occhi del suo fidanzato di volere essere felice anche senza di lui. Delitti di fronte ai quali ci sentiamo tutti smarriti. Seguirà poi un focus sulla violenza di genere dove interverranno diverse istituzioni politiche, religiose e forze dell’ordine. Con l’occasione sarà fatto un approfondimento sul mensile “Veri For News”, contenuti – utenze di riferimento e territori coinvolti. L’Associazione V.E.R.I e Cittadinanza Attiva Mondragone hanno aderito all’iniziativa creata dall’Associazione Turismo Creativo di Gaeta denominata 25novembre.org per sensibilizzare alla tematica della violenza di genere. Per l’occasione l’artista francese Sema Lao lo scorso 20 novembre ha realizzato a Mondragone, in via Colonnello Oliveti (nei pressi del bar Europa) un’opera artistica dedicata alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Lasciando un segno molto forte a chi passeggiando per la città incontrerà “nuovi” sguardi femminili.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru