• Lun. Mag 16th, 2022

“Cosa fai a Ferragosto?”, è questo il tormentone che ogni anno accompagna milioni di persone di tutte le età e di qualsiasi città. In Campania fortunatamente le risposte non mancano, e quest’anno c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Oltre ad andare al mare, e ad organizzare la classica gita fuori porta si può fare davvero molto altro nella nostra regione. Innanzitutto, la novità 2019 è che per l’intera giornata di giovedì 15 agosto molti musei e siti archeologici di Napoli e delle altre province resteranno aperti.

Questo per consentire, a chi lo desidera, di trascorrere un ferragosto alternativo all’insegna della cultura. In questa giornata particolare, infatti, si può godere dell’immenso patrimonio artistico, archeologico e monumentale locale con maggiore calma e tranquillità visto che – complici le alte temperature di questi giorni – la maggior parte delle persone sceglierà il mare o la montagna.

Sono davvero tanti i luoghi d’arte visitabili a ferragosto, molti dei quali, inoltre, animeranno il programma della giornata con eventi, concerti, mostre tematiche e suggestivi percorsi guidati. Saranno aperti per tutta la giornata i siti archeologici vesuviani di Pompei, Oplontis, Antiquarium di Boscoreale e Stabia.

Al Museo Nazionale sarà possibile ammirare le “mostre imperdibili”.

Gli altri siti aperti a Napoli sono: Castel Sant’Elmo, Museo del Novecento, Certosa e Museo di San Martino, Palazzo Reale, Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos di Stigliano, il Museo Duca di Martina – Villa Floridiana e quello di Capodimonte con relativo Bosco, il Museo MADRE, Museo Pignatelli, Parco e Tomba di Virgilio.

Aperto anche il particolarissimo Museo di Pietrarsa, uno delle poche esposizioni permanenti dove anche i bambini accedono con piacere. A Salerno resteranno aperti il Complesso Monumentale di San Pietro a Corte, l’Ipogeo e Cappella sant’Anna, il  Museo Archeologico, la Chiesa di San Giorgio e il bellissimo Duomo di San Matteo.

Ed ancora il suggestivo Giardino della Minerva, il Castello Arechi e il Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana. Spostandoci in provincia, sarà possibile visitare il castello di Laviano, la Villa Romana di Minori, la Certosa di Padula, il Museo della Ceramica di Villa Guariglia a Vietri Sul Mare, e la Villa Dayla a Valva.

Nell’avellinese sono previste visite guidate all’Anfiteatro romano di Avella ed al Parco Archeologico Aeclanum di Mirabella Eclano. In provincia di Caserta saranno 10 i complessi museali aperti al pubblico. Tra questi il Real Sito di Carditello che proporrà per l’occasione visite didattiche, laboratori, giochi e agri-ristorazione.

Porte aperte anche al Museo Archeologico dell’antica Alife.

Ingresso consentito alla Reggia di Caserta, al Museo Archeologico dell’Antica Capua Santa Maria Capua Vetere e al Museo Archeologico di Teano. Nel beneventano apertura straordinaria per il Museo Entomologico, Castello, Ave Gratia Plena e Sale espositive della Casa Comunale di Guardia Sanframondi.

Tutte le strutture apriranno alle 08.30 ma avranno chiusure differenti. Per gli amanti della musica, invece, l’appuntamento è per la sera del 15 agosto sul lungomare di Napoli. Alla Rotonda Diaz andrà in scena la “Notte della Tammorra”.

Una grande festa all’insegna del ballo e delle tammorre con i bellissimi suoni e ritmi del Sud Italia interpretati dai gruppi dalle zampogne del Cilento e dalle paranze dell’agro-nocerino sarnese e del vesuviano.

A Monte di Procida, sempre in serata, ci sarà un suggestivo spettacolo di fuochi pirotecnici, anticipato dal concerto di Renzo Arbore con l’orchestra italiana.

Chi, infine, desidera solo divertirsi in maniera spensierata può recarsi all’Edenlandia, anch’esso aperto per l’intera giornata, o effettuare escursioni particolari come quella all’oasi del fiume Alento, o a Casaletto Spartano per ammirare le caratteristiche cascate “Capelli di Venere”.

Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti. La Campania è meravigliosa anche per questo…

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.