CasertaNewsSolidarietà

Caserta. Svolta la “Festa della solidarietà” a Villa Giaquinto: ecco i particolari

Per questo Carnevale a Caserta non poteva mancare qualche iniziativa del Comitato Villa Giaquinto. Presso l’omonima villetta, ormai uno dei principali polmoni verdi della città, si è tenuta una due giorni dedicata ad assemblee, giochi, musica e degustazioni gastronomiche.

Sabato 25 febbraio, durante tutta la tarda mattinata, si è tenuta l’assemblea “Non una di meno”. All’assemblea ha partecipato anche l’Onorevole Eleonora Forenza, membro della segreteria del Partito della Rifondazione Comunista, oltre a tantissime altre associazioni casertane, tra cui SCIRA, il Collettivo Komar e i ragazzi del Laboratorio Sociale Millepiani, che hanno in gestione la Villa dal 16 gennaio 2016, giorno della sua occupazione.

All’ordine del giorno era lo sciopero nazionale delle donne previsto per l’otto marzo, Festa della Donna, per manifestare contro la violenza maschile. L’ assemblea è stata trasmessa in diretta su Facebook nella pagina del Comitato per rendere partecipe chi non fisicamente presente.

Domenica 26 febbraio presso la Villa ha preso il via la “Festa della Solidarietà”. Già alle 10 erano stati allestiti stand enogastronomici, gestiti dai produttori della rete “Le Cerase”, i quali nelle loro pietanze adoperano prodotti provenienti unicamente dal territorio casertano. Gli stessi produttori hanno preparato il pranzo per tutti gli ospiti della Villa.

Ci sono state anche moltissime attività ricreative per bambini. Grande successo ha riscosso una pista di pattinaggio allestita per l’occasione. Alle 15 la squadra calcistica degli RFC Lions Ska, militante in terza categoria campana, ha organizzato un torneo antirazzista a cui hanno partecipato bambini e ragazzi che frequentano abitualmente la Villa e tantissime altre associazioni multietniche, ospiti per l’occasione nella Villa, come la Comunità Senegalese di Caserta e i Ghana Union. Sí, perchè, obiettivo principale della festa è stato quello di favorire l’integrazione e la solidarietà tra diverse realtà sociali.

Al torneo, che ha impegnato la maggior parte del pomeriggio, hanno preso parte anche alcuni calciatori dell’RFC. Alle 16 si è svolta la “Faso Couture” , manifestazione di moda in cui ragazzi e ragazze africane hanno sfilato indossando costumi della loro tradizione culturale, realizzati con tessuti provenienti in modo particolare dal Burkina Faso. La giornata, con grande entusiasmo di ospiti e organizzatori, si è chiusa con un concerto dei Kalifoo Ground, progetto musicale creato da ragazzi africani nel 2008, a seguito della strage di Castel Volturno. Questi ultimi hanno suonato e cantato dalle 17 per tutta la festa, conclusa alle 19. Visibilmente soddisfatto Raffaele Giovine, Presidente del Comitato, che ha tenuto a ribadire con grande entusiasmo che “Villa Giaquinto è casa di tutti”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Pasquale Malatesta
Mi chiamo Pasquale, scrivo da Caserta, ho 19 anni e frequento il secondo anno della facoltà di Economia dell' Università "Luigi Vanvitelli" a Capua.

    Comments are closed.

    More in:Caserta

    0 %
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: