• Mer. Ott 27th, 2021

Formia. Si è dimesso il Sindaco Bartolomeo: ecco perchè

DiThomas Scalera

Apr 3, 2017

Il sindaco del comune di Formia, Sandro Bartolomeo, nella consapevolezza di non avere più una maggioranza a sostenerlo nel suo percorso amministrativo, ha deciso di presentare le dimissioni, formalizzate lo scorso 31 marzo il sia dal segretario generale del Comune che dal Prefetto.
“Non c’è un problema formale, ma politico. E quando la maggioranza non c’è più bisogna prenderne atto” – ha dichiarato il sindaco, in occasione del suo commiato. Da adesso in poi, per i prossimi 20 giorni, quando le dimissioni avranno acquisito esecutività “compirò solo atti ordinari. Tanto per iniziare ho sospeso le deleghe agli assessori”. E aggiunge: “ci sarà una lunga fase di commissariamento. Quindici mesi nei quali potrà essere svolta solo l’ordinaria amministrazione”.
Per quanto riguarda la sua coalizione annuncia l’intenzione di: “esaminare insieme l’accaduto per capire come fare a gettare le basi per il futuro. D’altro canto non è detto che da questa situazione non possano nascere nuove opportunità”.
A concludere il suo intervento Bartolomeo ha voluto fare il punto sulla situazione amministrativa: “L’Anas ha stanziato 79 milioni di euro per l’attraversamento a monte della città. Anche la variante al piano regolatore generale è pronta per quanto il commissario non potrà proseguire. Il Piano del traffico e quindi piano sosta e mobilità sono stati approntati. Mentre per Formia Rifiuti Zero inizia una stagione importante con l’acquisto di una nuova flotta mezzi per un impegno di spesa di tre milioni di euro”.
 
Di seguito, la lettera di dimissioni del sindaco:
“Ho riflettuto su cosa sia meglio fare, non nel mio interesse o per quello di una parte, ma per la città di Formia.
Non esistendo più una maggioranza, non solo numericamente ma politicamente tale, ho deciso di rassegnare le mie dimissioni.
I precedenti cambi di casacca di alcuni consiglieri non avevano significato politico ma sono stati legati a esigenze personali che la mia maggioranza non poteva accettare e/o risolvere. Questa volta il distinguo è politico, espresso in Consiglio dal Consigliere Zannella ma preceduto da un analogo mancato voto in Giunta  dell’assessore Eleonora Zangrillo sul bilancio e su altri importanti atti deliberativi.
Non mi resta che prenderne atto, anche perché non voglio offrire alcuna sponda a chi ha causato tale situazione che comporterà un lungo commissariamento dell’amministrazione della città, con le conseguenze che tutti possono immaginare.
Per me, chiusa la straordinaria esperienza amministrativa che i miei concittadini mi hanno consentito per ben quattro volte, resta l’impegno politico nel Partito in cui milito da sempre, il Partito Democratico.
Nella speranza che, in futuro, abbiano sempre meno cittadinanza i comportamenti di chi, vestendosi di civismo, aspira solo a rappresentare se stesso al di fuori di qualsiasi regola  e confronto democratico.
Insieme a tanti altri, mi batterò affinché ciò non possa più avvenire.”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru