• Lun. Ott 18th, 2021

Formia. Villa confiscata alla camorra diventa laboratorio sociale

DiThomas Scalera

Feb 23, 2017

La villa di Acquatraversa confiscata alla camorra diventerà un “laboratorio sociale”, uno spazio condiviso in cui trattare tematiche ed esigenze reali quali immigrazione, minori, diversamente abili. L’immobile apparteneva ad un ex Sindaco di Santa Maria Capua Vetere, fu successivamente confiscato e assegnato al Comune di Formia nel 2000. Il fabbricato sorge su un terreno di 2.333 metri quadri, composto di due piani fuori terra ed uno interrato per una superficie lorda di 870 metri quadri.
La villa ospiterà soltanto attività senza fini di lucro: al bando sono stati ammessi i soli soggetti previsti dalla normativa nazionale in materia di beni confiscati alla camorra (comunità, enti, associazioni, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, comunità terapeutiche e centri di recupero, associazioni ambientaliste). La novità riguarda la possibilità di assegnare il bene anche a più concessionari per parti distinte o anche in forma congiunta e la durata della concessione è stata fissata in sei anni, senza possibilità di proroga tacita. L’eventuale rinnovo della convenzione, valido per ulteriori sei anni, avverrà su richiesta e previa valutazione dell’Amministrazione. La durata della convenzione e dei relativi rinnovi non potrà comunque superare il tempo complessivo di venti anni. La cronologia, così come definita, consentirà al Comune di verificare in corso d’opera l’andamento dei progetti e la loro rispondenza agli interessi generali.
La cooperativa sociale onlus “Nuovo Orizzonte” e l’associazione di promozione sociale onlus “L’Aquilone” si occuperano di garantire attività di formazione rivolta a persone con disagio psico-fisico. La “Casa giusta” si propone come luogo di interazione tra diverse realtà associative che operano per l’accoglienza e inclusione delle persone diversamente abili. Al piano a livello dell’edificio verrà realizzato uno spazio di coworking rivolto alle associazioni locali che non hanno una sede e gli stessi spazi saranno utilizzati dalle associazioni di appoggio al progetto per realizzare attività rivolte a giovani e adulti disabili. Saranno realizzati corsi propedeutici in vari campi: dall’inglese all’informatica, dal teatro alla musica, dall’editoria alla manipolazione, fino alla creazione e mantenimento di un orto sociale da realizzare negli spazi verdi che circondano la villa. Sarà proposto un servizio di cucina che vedrà impegnato personale diversamente abile in collaborazione con l’IPSSAR “A. Celletti” di Formia, legato alla cooperativa sociale “Nuovo Orizzonte” da apposito protocollo d’intesa.
“L’augurio – ha commentato il Sindaco Sandro Bartolomeo – è che la struttura diventi un elemento di ricchezza per la nostra città. Tutte le associazioni impegnate svolgeranno le loro attività senza tornaconto economico. Potranno contare su una struttura che versa in condizioni ottimali. Mi piace molto l’integrazione tra esperienze diverse. All’ottimo lavoro che l’Aquilone e la stessa cooperativa Herasmus svolgono sul territorio nel campo dell’inclusione delle persone diversamente abili, si associa l’attività di accoglienza delle donne richiedenti asilo e dei minori in condizioni di abbandono. Credo si tratti di un’esperienza unica sul territorio nazionale. Il bando prevede un affidamento di sei anni. La continuità non è automatica ma legata all’efficienza e la professionalità con cui l’esperienza sarà condotta e questo è per tutti un ulteriore elemento di garanzia”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru