Lun. Mag 25th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Frasso Telesino. Omicidio Matarazzo: sequestrati 13mila euro ad uno dei familiari degli indagati

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

FRASSO TELESINO (BN). In data odierna, nell’ambito dell’indagine relativa all’omicidio di Matarazzo Giuseppe,

in relazione al quale dal 28 dicembre 2018 due persone indagate sono attualmente sottoposte alla misura della custodia cautelare in carcere,

i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di sequestro preventivo, emessa dal GIP presso il Tribunale di Benevento in accoglimento della richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, avente ad oggetto l’importo di euro 13.290,00 detenuto presso il conto corrente intestato ad uno dei familiari dei predetti indagati.

Tale somma, secondo quanto emerso nel corso delle indagini, rappresenta parte del prezzo del reato che uno degli indagati ha percepito in virtù del proprio coinvolgimento nell’organizzazione e nell’esecuzione dell’omicidio. Ulteriori approfondimenti investigativi sono in corso per la individuazione di altre persone coinvolte nel delitto Matarazzo.

Il Tribunale di Benevento

Articolo correlato:

Leggi anche:

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close