• Mar. Ott 26th, 2021

Gaeta. Camorra: arrestato Nicola Russo, accusato di voler uccidere un magistrato

DiThomas Scalera

Mar 1, 2017

Uccidere l’ex sostituto procuratore della Dda di Napoli, Cesare Sirignano: questo sarebbe stato l’obiettivo di Nicola Russo, 34 anni, capozona del clan Bidognetti arrestato ieri insieme ad altre otto persone a Gaeta dalla squadra mobile della Questura di Caserta.
Russo, che stava scontando i domiciliari proprio a Gaeta, avrebbe gestito gli affari illeciti dell’organizzazione nel comune di Castel Volturno. Tanti i reati contestati: estorsione, detenzione e porto illegale di armi comuni da sparo, furto aggravato, rapina aggravata, ricettazione, indebito utilizzo di carte bancomat, danneggiamento, esplosioni di arma da fuoco, il tutto con l’aggravante del metodo mafioso.
L’intenzione di compiere l’attentato nei confronti del magistrato anti-clan emerge da un’intercettazione ambientale captata durante le indagini, in cui Russo farebbe un chiaro riferimento al pm che allora indagava proprio sugli affari del clan sul litorale tra Castel Volturno e Mondragone.
Il pm Sirignano era già stato minacciato in precedenza dal capo dell’ala stragista dei Casalesi, Giuseppe Setola, il 19 marzo 2014 durante un’udienza di un processo in corso al tribunale di Napoli – in cui Setola era imputato – e ancora in autostrada, quando l’auto blindata del magistrato, che viaggiava verso Roma, venne inseguita misteriosamente per diversi chilometri da un’altra vettura che fece perdere le proprie tracce.
 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru