• Mer. Ott 20th, 2021

Galluccio. Strade provinciali, buche e pericoli per gli automobilisti

DiThomas Scalera

Gen 27, 2017

Prosegue la nostra inchiesta sulle condizioni pietose delle strade provinciali nell’Alto casertano. Stavolta è il turno della strada provinciale Sipicciano – Galluccio. Così come testimoniato per la Teano – Roccamonfina anche questo tratto stradale è caratterizzato da buche pericolosissime come si evince dalla foto in alto scattata nei giorni scorsi. Il manto stradale è rovinato lungo quasi tutto il percorso. Particolarmente pericolosi i punti in coincidenza di curve e tornanti. Assente da anni la manutenzione e considerando lo stato di dissesto finanziario dell’Ente di Corso Trieste ai cittadini-automobilisti non resta che la disperazione ed il disagio. Incidenti e danneggiamenti alle vetture e mezzi di trasporto in genere sono all’ordine del giorno. Le segnalazioni alle Autorità competenti sono costanti ma le stesse sembrano impotenti. Sino ad oggi si proceduto soltanto ad eseguire degli interventi “tappabuchi”. Un po’ di catrame lasciato alla meno peggio per cercare di riempire le buche più profonde. Ovviamente alle prime piogge e con la circolazione dei veicoli il catrame sparisce in poche settimane. E’ urgente il rifacimento integrale del manto stradale per evitare i disagi attuali. Potrebbero esserci delle novità nei prossimi mesi ma sulle possibilità che si verifichino degli interventi di manutenzione resta molto scetticismo. Intanto gli utenti sono costretti a percorrere strade indecenti e molto pericolose.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru