CalcioCronacaNewsPagina Nazionale

Gattuso: “Ho la miastenia, ma non muoio”. E lancia un appello ai giovani

Gennaro Gattuso parla della sua malattia e si rivolge anche ai ragazzi

L’allenatore del Napoli Gennaro Gattuso ai microfoni di Sky dopo l’1-1 interno contro il Torino non parla solo della partita e del momento altalenante della squadra, ma anche della sua malattia all’occhio. “Io soffro di una malattia autoimmune, la miastenia. Sono 10 giorni che non sono me stesso e voglio dirlo a tutti i ragazzini che hanno paura quando hanno un qualcosa di strano e non si vedono bene allo specchio: la vita è bella e bisogna affrontarla senza paura, senza nascondersi”. “E comunque sono vivo perché ho sentito voci in giro che dicevano che ho un mese di vita, ma tranquilli che non muoio. Ho questa malattia da 10 anni, questa è la terza volta che mi ha colpito e stavolta mi ha colpito forte, ma tranquilli perché l’occhio tornerà al suo posto e sarò più bello, speriamo, il più presto possibile. Adesso non sono bello da vedere, ma passerà pure questa…”. “I ragazzi mi sono stati tanto vicino, anche se lo nascondevo negli ultimi giorni facevo tanta fatica: vedere doppio 24 ore al giorno non è facile, solo un pazzo come me può stare in piedi. E non mi piace vedere la gente che si emoziona a vedermi in questo modo… Ma va accettato perché nella vita c’è di peggio, e io ho la fortuna di fare quello che mi piace nella vita”.

Spadafora: “Parole di Gattuso un esempio per i giovani”

“Trovo davvero di grande significato queste parole di Gennaro Gattuso. Un esempio soprattutto per i più giovani a non arrendersi mai cavanti alle difficoltà della vita e a superarle anche attraverso lo sport”. Così il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora.

Cos’è la miastenia

La miastenia è una malattia neuromuscolare caratterizzata da debolezza muscolare fluttuante e affaticabilità. Non esiste una cura definitiva, ma un trattamento che aiuta a ridurre i sintomi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Andrea De Luca
La rassegna

    Comments are closed.