Dom. Ago 25th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Giorgio Magliocca critica Fico, “Io percepisco ZERO”, ma ai Presidenti della Provincia non è dovuta indennità

4 min read

CASERTA – Giorgio Magliocca, il presidente della Provincia di Caserta ieri, alle 22:56 ha pubblicato un post molto duro contro la scelta di Roberto Fico di rinunciare all’indennità di funzione come Presidente della Camera dei deputati.

“Un Presidente della Camera ordinariamente percepisce:
– 4750 euro per indennità di funzione;
– 3500 euro di Diaria;
– 3690 euro per rimborso di mandato;
– 506 euro per spese mediche;
– 1100 euro per spese di trasporto;
– 10300 euro per indennità parlamentare.
Oggi il neo Presidente della Camera ha annunciato di aver rinunciato alla indennità di funzione, cioè a 4750 euro. Inizialmente avevo creduto che avesse rinunciato a tutto, percependo quanto i Presidenti di Provincia di tutta Italia: 0 euro.”

E’ singolare come la massima autorità della provincia dove “si vive peggio” in Italia si preoccupi di attaccare il presidente della Camera, con un post realmente Populista e, a mio avviso, anche poco informato.

Infatti, per quanto nella parte iniziale del post ci siano informazioni certamente giuste, nella seconda parte il presidente si lascia andare a giudizi non proprio corretti, che lasciano trasparire tutta la “faziosità politica” del suo schieramento (comprensibile).

Ritengo che Magliocca avrebbe dovuto analizzare bene la cosa, magari complimentarsi con Fico, poiché nella storia di questo Paese è la prima volta che accade una cosa del genere, perché è un esempio e una dimostrazione di come a quei soldi si possa rinunciare e vivere onestamente.

Ma, il Presidente, raggiunge l’apoteosi quando chiude il suo post con “Inizialmente avevo creduto che avesse rinunciato a tutto, percependo quanto i Presidenti di Provincia di tutta Italia: 0 euro.” – dimenticando che la riforma Delrio, del 2014 (numero 1542-B), ha modificato le Province, e ha tolto, di fatto, oltre alla possibilità di votare ai cittadini, i compensi a tutti gli organi della Provincia, quindi Presidente incluso.

Sia il Presidente della Provincia che i membri del consiglio provinciale e dell’assemblea dei sindaci non percepiranno un compenso per questo incarico, e lavoreranno a titolo gratuito.

Sembra piuttosto grave che il Presidente non lo sappia, ancora peggio è che si voglia far passare un messaggio sbagliato, o fake visto che va tanto di moda in questo momento, poiché Magliocca, quando è stato eletto, avrebbe dovuto conoscere bene questa norma, e quindi sapere, dall’inizio che non avrebbe percepito nessuno compenso accessorio.

Se devo essere sincero, sono un po’ deluso, perché l’idea di un “giovane” alla guida di questa martoriata Provincia non mi dispiaceva per niente, pensavo che potesse portare quella “spinta” che risollevasse gli umori bassi di questa area. Invece niente, politica spicciola, attacchi mirati, profilo facebook usato per fare un populismo che non si addice per niente a chi ricopre una carica così importante, la “seconda carica” della Regione.

Caro Presidente, sappiamo che non è sua responsabilità, o lo è solo in parte, ma a noi piacerebbe si intervenisse pesantemente sulla situazione strade, sulla questione scuole, su tutte le questioni di competenza provinciale che sono state abbandonate, trascurate o, peggio ancora, ignorate.

Ci sono novità per il “Ponte Margherita”? Tutto tace, ma si, è meglio creare un po’ di “casino” sui rimborsi di Fico, sul tentativo di delegittimare un parlamentare che fa quello che dovrebbero fare tutti, perché il taglio degli stipendi non risolverà né il debito pubblico, né i problemi strutturali di questo Paese, non è una manovra economica, è una manovra morale, una manovra di vicinanza ai cittadini, per dire “ecco, ci avviciniamo a voi”. Invece la politica continua ad essere trattata come un campionato sportivo, con tifoserie contrapposte.

Tuttavia non mi aspetto che comprenda, caro presidente, politici e politicanti di questo territorio, per troppo tempo si sono allontanati dalla gente, per troppo tempo hanno ignorato le vere esigenze, perché appena si finisce un’elezione, ce n’è subito un’altra dietro l’angolo, e già si pensa a quello. E intanto le strade sono un colabrodo, le scuole ridotte a “ruderi” e i “ponti” restano chiusi.

La gente si aspetta risposte sul territorio, incisive, decise, anche urlando a gran voce la situazione GRAVE in cui versa Caserta, anche “facendo a pugni” con De Luca o con lo Stato centrale. Si metta alla testa dei Sindaci, invochi dignità per noi, per questo territorio dove cadono a pezzi anche i servizi essenziali.

Questo ci aspettiamo, tutti. Si metta a capo di questa gente e faccia in modo che Caserta risorga, almeno ci provi, è per quello che è stato eletto, o no?

Lotti per i casertani invece di fare un post cercando di far credere a chi non è bene informato (ma per questo ci siamo noi) che lei non percepisce indennità chissà per quale motivo, quando questo è previsto dalla legge, una legge che, tra l’altro, è stata messa in piedi da un Governo che anche il suo partito sosteneva.

Sarebbe ora che il tempo dei proclami sui Social e sui Giornali finisse, e si cominciasse a lavorare in maniera incisiva per il territorio, e se questo non è possibile perché la situazione è disastrosa, allora ce lo spieghi pubblicamente, in maniera altrettanto incisiva, anche attraverso questo strumento che tanto le piace, e che ha dimostrato di saper usare bene.

Le assicuro che che tra i problemi che ha la gente, l’indennità del Presidente della Camera non è tra le priorità, e non dovrebbe esserlo neanche tra le sue.

Buon lavoro e forza Caserta, Presidente.

Potrebbe interessarti

Open