Ven. Mag 29th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Giornata mondiale contro lo sfruttamento minorile: orrori e mancanze della società “civile”

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Mentre nel Mediterraneo infuria la lotta tra “mentalità” agli antipodi, che spaziano dal razzismo all’accoglienza tout court, oggi, 12 giugno del 2018, è la Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile. Una piaga che ormai sembra impossibile da debellare, naturale conseguenza del capitalismo e del liberismo becero che fa da giullare all’imperialismo e al sovranismo, tanto di moda anche in Italia, tramite l’inclusione nel governo nazionale della Lega. “Troppo spesso, nel mondo, i minori di cui si sfrutta il lavoro sono impiegati in occupazioni pericolose o in condizioni lavorative non sicure. L’Europa e l’Italia non sono esenti da questo: soprattutto quando il bambino è lasciato solo è più facile che si trovi imbrigliato nelle reti dello sfruttamento. Siamo tutti chiamati a spezzare queste catene per contrastare ogni forma di abuso, nella consapevolezza che abbiamo bisogno che soprattutto i più giovani devono poter sviluppare appieno le loro capacità”. Queste le parole del presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, che poi continua: “La scuola, la prima istituzione che i bambini incontrano, resta un presidio essenziale per contrastare la negazione dei diritti dell’infanzia ed è dunque la migliore alleata di bambini e ragazzi nella costruzione del loro futuro”. Parole importanti che, se riferite soltanto all’Italia, di norma trovano anche un buon riscontro nella realtà. Peccato che la Giornata sia, appunto, Mondiale e tante sono le sfide che non riusciamo o non vogliamo accettare e combattere. Il dislivello delle varie zone del mondo, da cui provengono i giocattoli con le piccole mani di chi li costruisce, per un tozzo di pane e occupati più di 10 ore al giorno, non giocheranno mai; peccato che lo sfruttamento minorile sia anche a scopo sessuale, con i “ricchi porci” anche italiani che non disdegnano di andare a fare “affari” nei “paradisi sessuali”, veri e propri lager di prostituzione minorile ed infantile. Peccato, infine, che un altro mondo sia possibile, se solo lo volessimo, veramente. Basta chiacchiere a vuoto e Giornate della memoria. È tempo di combattere, senza se e senza ma, per la vera uguaglianza.

Scoperta vita su Marte

Austria: chiusura moschee ed espulsione Imam, Erdogan minaccia “guerra santa”

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close