• Lun. Ott 25th, 2021

Giugliano. Brucia ancora la Terra dei Fuochi: incendiato deposito giudiziario. Nube nera invade il casertano

DiThomas Scalera

Set 1, 2015
Foto: Pagina Facebook La Terra dei Fuichi
Foto: Pagina Facebook La Terra dei Fuochi

GIUGLIANO. Un incendio di vaste dimensioni è scoppiato nel pomeriggio di ieri nel deposito giudiziario per veicoli della ditta “De Luca”, che si trova in via Casacelle 260, nel comune di Giugliano in Campania (Napoli), in piena terra dei fuochi. Una densa colonna di fumo nero tossico si è diretto anche nell’area del casertano. Sul posto sono giunti carabinieri e vigili del fuoco: quest’ultimi sono stati impegnati a spegnere le fiamme riguardanti circa 300 veicoli. Sconosciute, al momento, le cause dell’incendio. Nell’incendio quattro vigili del fuoco sono rimasti feriti. Secondo quanto si è appreso si trovano ora ricoverati nell’ospedale San Giuliano: le loro condizioni di salute non desterebbero preoccupazione. Sarebbero stati investiti dall’onda d’urto generata dall’esplosione di un serbatoio. I vigili del fuoco sono al lavoro da ore per tentare di spegnere le fiamme. Sul posto anche i tecnici dell’Arpac.
“Sembra davvero difficile che si tratti di un incidente o un rogo spontaneo. In ogni caso – accusa il consigliere regionale di Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli – anche oggi i cittadini dell’area giuglianese a partire dai bambini si sono respirati la loro dose di polveri avvelenate ed il territorio è stato ulteriormente devastato”.
“Quanto è accaduto a Giugliano è allucinante e calamita l’attenzione su una problematica che nel tempo è stata più volte sollevata. Non è certamente questo il momento di lanciare accuse o avanzare recriminazioni. Spetta alle autorità competenti accertare le cause e le responsabilità dell’incendio. Auspichiamo tutti che questo avvenga con quella rapidità necessaria a chiarire definitivamente questo episodio, per fornire risposte alla popolazione. Voglio esprimere la mia vicinanza ai vigili del fuoco che sono rimasti feriti nell’opera di spegnimento del rogo e ai cittadini di Giugliano”. A dichiararlo è il presidente della III Commissione Speciale “Terra dei fuochi, bonifiche, ecomafie” del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi.
In merito all’incendio di un deposito giudiziale di autovetture avvenuto questo pomeriggio a Giugliano in Campania, il Senatore Lucio Romano, relatore dell’indagine conoscitiva su inquinamento, ambiente e tumori, ha preannunziato la presentazione di un’interrogazione parlamentare urgente che chiarisca le conseguenze ambientali e sanitarie del grave episodio verificatosi. “Sarà assolutamente importante –ha dichiarato il parlamentare- avere dall’Arpac i dati che abbiano evidenziato il tasso di presenza di diossina e di altri inquinanti nell’aria. Quanto accaduto, sulle cui cause ho ampie fiducia nelle indagini in corso, è l’ennesimo grave colpo che i nostri territori, già così provati, sono andati incontro”. “E’ assolutamente necessario –ha concluso Romano- che tutte le istituzioni collaborino per un corretto e costante monitoraggio dell’inquinamento aereo che non trova ancora in diverse aree urbane del nostro territorio il ricorso a centraline che monitorino quotidianamente l’ambiente”.

Fonte: Casertanews.it

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru