Ven. Mag 29th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Giugliano in Campania/Qualiano/Acerra. Sequestrate tre piantagioni di marijuana: arrestati due pregiudicati

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

46057_finanza

GIUGLIANO IN CAMPANIA/QUALIANO/ACERRA. Sequestro di piantagioni di marijuana nel Napoletano: arbusti pronti per la imminente raccolta per un peso complessivo di oltre 100 chilogrammi. L’operazione è stata condotta dai militari del Comando provinciale e del reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli,nei terreni di Qualiano, Giugliano in Campania ed Acerra. L’attività di servizio è scaturita dalle missioni di volo condotte nei giorni precedenti dalla sezione aerea di Napoli che aveva individuato, sebbene occultate all’interno di una fitta vegetazione, le tre zone adibite alla coltivazione delle sostanze stupefacenti. A seguito di tale scoperta sono stati attivati i reparti del corpo competenti sul territorio ­ il gruppo di Giugliano in Campania e la compagnia di Casalnuovo di Napoli ­ che hanno predisposto un apposito servizio info­investigativo per individuare i responsabili. Così, in tre distinte operazioni, sono state sequestrate le piantagioni. Arrestati due pregiudicati residenti nella provincia napoletana, sorpresi ad occuparsi della piantagione di marijuana a Qualiano, all’interno di una cava abbandonata, difficilmente accessibile. Per le altre due piantagioni i militari hanno denunciato all’autorità giudiziaria competente i due proprietari dei fondi agricoli.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close