Ven. Ott 18th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Google omaggia il “Pachuco” Valdes, Messico in festa

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

La storia di chi ha saputo trasformare il pregiudizio in fama internazionale.

Il riconoscimento di Google all’attore che rese famoso lo “spanglish”

MONDO – Gli internauti di tutto il mondo oggi hanno potuto vedere il simpatico doodle generato da Google per rendere omaggio ad un celebre attore comico messicano.

Un personaggio che ha esaltato e ridato dignità ad un intero popolo, quello messicano, grazie alla sua storia ed alla sua fortuna. Contro ogni pregiudizio la sua storia è diventata un simbolo di riscatto per i messicani.

Stiamo parlando di Germán Genaro Cipriano Gómez Valdés de Castillo, più semplicemente German Valdes meglio conosciuto col soprannome di TIN TAN.

Nato a Città del Messico nel 1915, Valdes fece tanti lavori umili compreso quello di spazzino prima di riuscire ad avere successo nel mondo dello spettacolo.

German Valdes TIN TAN

La vena comica, la risata verace e la verve che lo caratterizzavano furono per lui determinanti nel raggiungere il successo. Nel periodo in cui si trasferì nella città di Ciudad Juarez riuscì a creare un particolarissimo personaggio che parlava il “pachuco” ovvero un mix di inglese e spagnolo.

Il termine “pachuco” era utilizzato per indicare gli immigrati messicani che si trasferivano negli USA (in particolare quelli della città di Los Angeles) e che appunto parlavano una lingua mista, metà americano metà spagnolo. Questo linguaggio sarebbe poi stato denominato “spanglish”.

I pachuco erano vestiti di solito in modo elegante ma erano considerati rozzi dagli americani. Valdes, che intanto prese il celebre soprannome di TIN TAN, grazie ai suoi numeri film dimostrò invece come il pregiudizio sui pachuco fosse del tutto infondato ed ottene un successo internazionale.

Gran parte delle sue pellicole furono realizzate insieme ai fratelli Manuel “El Loco” e Ramon Valdes. I messicani semplicemente lo adoravano ed il mondo, grazie al suo lavoro, seppe apprezzare i pachuco e la loro storia.

Dopo ben 25 anni di attività ricevette il riconoscimento della Medalla Virginia Fábregas da parte dell’Associación de Actores de México. Morì di coma epatico nel 1973.

www.v-news.it

LEGGI ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open