• Sab. Ott 23rd, 2021

Grande lavoro dei Carabinieri durante le feste, sequestrati 900 kg di botti illegali

DiThomas Scalera

Gen 2, 2015

image002-1

L’attività di prevenzione, eseguita dai Carabinieri del Comado Provinciale di Caserta nei giorni antecedenti le festività natalizie, combinata ai numerosi servizi finalizzati a contrastare il fenomeno della vendita di artifizi pirici illegali, protrattisi fino alle prime ore di questo nuovo anno  ha consentito di avere meno feriti per l’uso sconsiderato di materiale pirotecnico, rispetto al 2014. Infatti, in tutta la Provincia si sono registrati 9 feriti. I più gravi sono stati trasportati presso l’ospedale Sant’Anna di Caserta. Si tratta di un giovane di 21 anni di Teano che rischia di perdere l’occhio destro ed un 38enne di Caserta che ha, invece,  ottenuto 55 giorni di prognosi per escoriazione e bruciature sede zigomatico-orbitaria. I rimanenti 7 feriti sono stati tutti giudicati guaribili in pochi giorni.

Il bilancio, tuttavia, rispetto al 2014, è stato meno allarmante. Esso, se vogliamo,  assume contorni ancor più “positivi” se si considera che tra i feriti non si registrano minorenni. Ciò grazie anche alla costante e perseverante attività di prevenzione e sensibilizzazione effettata dai militari dell’Arma presso i vari  istituti scolastici dislocati su tutto il territorio della provincia nei giorni immediatamente antecedenti le festività natalizie.

A detta attività vanno poi aggiunti i numerosi interventi effettuati proprio dal personale dell’Arma dei Carabinieri che hanno tolto dal commercio e quindi sequestrato, complessivamente, 900 Kg circa di materiale pirico, illegale. I sequestri sono avvenuti  soprattutto nelle aree di competenza del Reparto Territoriale di Aversa (439 Kg) della compagnia di Marcianise (393 Kg), di Casal di Principe (Kg. 30) e di Mondragone (20 Kg).

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru