• Sab. Giu 25th, 2022

Grande prova di unità e democrazia della Terza Assemblea degli Stati Generali a Casal di Principe

Casal di Principe, 30.1.22. – Il Coordinamento Unitario per la Difesa del Patrimonio Bufalino saluta positivamente la grande prova di unità, allargamento e democrazia messa in campo con la Terza Assemblea degli Stati Generali in Difesa del Patrimonio Bufalino e del Territorio tenuta il 29 gennaio 2022  a Casal di Principe.

Almeno cento venti ì i trattori che hanno partecipato al corteo con cui gli allevatori si sono mossi da Borgo Appio per arrivare all’Assemblea. Tante le presenze a piedi degli allevatori da tutta la Provincia di Caserta  e da altre province; folta la delegazione dei trasformatori artigianali e dei contoterzisti che si sono aggiunti al confronto.
L’evento pubblico ha visto la presenza di tantissimi cittadini e componenti di associazioni, sindacati e movimenti che si sono aggiunti per un evento animato in cui, ancora una volta, sono state sottolineate, arricchite e sostenute le proposte avanzate.
Fra le realtà presenti si segnala la presenza dei rappresentanti di CGIL, CISL e UIL, di Libera, del CSV, del Comitato Don Milani, dell’Alleanza Sociale per la Sovranità Alimentare, di molti esponenti dell’impegno civile laico e religioso fra cui Don Patriciello, di molti sindaci del Casertano.
Qualificati e significativi gli interventi di quanti, pur non essendo parte del Coordinamento Unitario, hanno voluto aggiungere la loro voce al confronto, fra questi l’Europarlamentare Andrea Cozzolino “”Oggi sono stato accanto agli allevatori casertani, che sono tornati a manifestare contro gli abbattimenti indiscriminati delle bufale. È il momento che la politica ascolti il grido d’allarme di un intero comparto fondamentale per il territorio casertano, per tutta la Campania e per il Sud del Paese”.
Così, pure, si sono aggiunti al confronto gli interventi di Enrico Migliaccio (Presidente di Ris Bufala, l’Ente Selezionatore riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali) e di Raffaele Puoti (Presidente Provinciale di Confagricoltura Caserta) che, riproponendo e rivendicando posizioni espresse da tempo alla Regione, hanno evidenziato diversi punti di condivisione e, in particolare, quelli della vaccinazione,
“IL Terzo evento degli Stati Generali non è stato convocato come una manifestazione contro qualcosa ma per sostenere le proposte avanzate dal Coordinamento e per interloquire con quanti scelgono di passare dalla via seguita fin qui che ci consegna numeri fallimentari a quella della prevenzione con al centro la vaccinazione, l’autocontrollo e una politica di rilancio di tutta la filiera”, sottolinea il Coordinamento Unitario aggiungendo: “Sulle proposte abbiamo in atto in questo momento un confronto con la Regione Campania. Confronto che ha già visto due incontri e una articolata interlocuzione sui 20 punti da noi avanzati. Non riconoscendoci in letture fuorvianti e non veritiere che bollano in maniera macchiettistica l’atteggiamento della Regione, sottolineiamo, piuttosto, come il confronto in corso possa nutrire e rafforzare il grande processo di partecipazione che sta sostenendo le proposte del Coordinamento Unitario. Alla Regione Campania ed all’Assessore Nicola Caputo (che pure è stato invitato a partecipare all’Assemblea degli Stati Generali) riproponiamo l’appello che viene dalla mobilitazione a cambiare verso e rinnoviamo la disponibilità e l’interesse al confronto per giungere, nella chiarezza e trasparenza, ad una soluzione condivisa”.
Il Coordinamento Unitario, attendendo di essere riconvocato per verificare le risposte della Regione alle proposte avanzate, fa sapere che, avendo inviato nei giorni scorsi il proprio documento di proposte ai Ministeri competenti ed a tutti i Gruppi Parlamentari, ha ottenuto una prima risposta dal Ministro all’Agricoltura Stefano Patuanelli con cui è in via di definizione la data di un incontro.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa