Agro CalenoAntica Terra di LavoroCronacaNews

Grazzanise/Pastorano. Truffa sui rifiuti: sequestro di quasi 400mila euro alla Gesia

Nei guai Luciano Sorbo, Procuratore Speciale di Gesia S.p.A., ditta specializzata nel settore dello smaltimento rifiuti

I dettagli

GRAZZANISE/PASTORANO. I Carabinieri di Grazzanise hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo pari a quasi 400mila euro (399.732 per l’esattezza) nei confronti di Luciano Sorbo, Procuratore Speciale di Gesia S.p.A., ditta specializzata nel settore dello smaltimento rifiuti, ritenuto responsabile del reato di truffa aggravata ai danni del Comune di Grazzanise. L’attività di indagine, lunga e complessa, è stata coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e riguarda più in generale l’intero ciclo dei rifiuti della provincia di Caserta.

Le indagini

Le investigazioni hanno permesso di accertare un diffuso sistema truffaldino architettato per “gonfiare” il peso dei rifiuti smaltiti e quindi con lo scopo di lucrare la differenza tra il valore reale e quello falsificato degli stessi. In effetti l’imprenditore Sorbo – che già negli anni 2013-2015, aveva truffato i Comuni di Vitulazio e Bellona dove la propria ditta Gesia S.p.A. era affidataria del servizio smaltimento rifiuti – ha replicato la medesima attività illecita ai danni del Comune di Santa Maria Capua Vetere, per gli anni che vanno dal 2013 al 2016 (sequestri tutti confermati nei successivi gradi di giudizio cautelari) ed attualmente per il Comune di Grazzanise.

II sistema illecito in questione veniva attuato modificando sistematicamente i dati inerenti i quantitativi del rifiuto assegnato dal CER 2001008 (umido/organico) conferito da numerosi comuni della provincia di Caserta allo stabilimento della ditta Gesia di Pastorano. In particolare, mediante l’alterazione del sistema pesatura degli automezzi che pervenivano al predetto stabilimento, veniva attestato il conferimento di quantitativi di rifiuti di gran lunga superiori a quelli effettivamente trasportati, con evidente aggravio per le casse comunali.

Questo decreto di sequestro si aggiunge a quelli già emessi il 24 luglio 2018, per un totale di 2.179.651 euro, a carico di un’altra società del settore per le medesime truffe ai danni dei comuni di Caserta, San Nicola la Strada e Maddaloni.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.