• Mar. Ott 26th, 2021

I Carri di Foglianise a Pietramelara

DiThomas Scalera

Ago 26, 2014

IMG_5209.JPG
Pietramelara. Nei giorni scorsi in piazza San Rocco sono stati esposti al pubblico i famosi Carri di Foglianise (BN), realizzati manualmente da valenti artigiani con spighe di grano, che il Sindaco e la Pro Loco della cittadina beneventana, in anteprima assoluta e a titolo gratuito, gentilmente hanno consentito di esporli a Pietramelara. Vere e proprie opere d’arte, come si vede dalla foto scattata da Antonio Campi, che riproducevano fedelmente alcuni monumenti di grande importanza artistica e storica, come la torre pendente di Pisa, il palazzo pubblico di San Marino, la cappella colleoni di Bergamo e la mole antonelliana di Torino. E’ stata messa in mostra anche una statua di San Rocco, pure quest’ultima realizzata con spighe di grano, patrono sia di Pietramelara che di Foglianise. Molta la gente che è rimasta affascinata dalla bellezza di questi monumenti in miniatura. Il trasferimento è stato effettuato dalla ditta di Fulvio Leonardo che ha messo a disposizione un camion per il trasporto delle opere. I Carri di Foglianise, che tra qualche settimana saranno condotti a Milano per essere esposti all’EXPO, sono stati esposti in occasione dell’evento straordinario organizzato dal Club dei Magnifici 100 patrocinato dal Comune di Pietramelara e surrogato dalla Regione Campania, che ha visto la partecipazione del rinomato complesso musicale ‘Città di Taranto’ diretto dal famoso Maestro Gino Formichella e la Grandiosa Orchestra Sinfonica Russa della Repubblica di Udmurtia di circa 70 elementi unitamente al Coro Nazionale Rumeno di circa 50 elementi diretti dal celeberrimo Maestro Leonardo Quadrini. In entrambi i concerti, che hanno visto una buona partecipazione di pubblico, sono stati eseguiti brani sinfonici, della musica classica e delle opere più belle della lirica.

Andrea De Luca

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru