LavoroNewsPagina Nazionale

I lavori del futuro: cosa studiare oggi per trovare lavoro domani

l mondo del lavoro è ormai strettamente legato al web e saranno proprio le competenze digitali quelle che verranno maggiormente prese in considerazione per selezionare i professionisti del futuro. In generale, saranno sempre più richieste le lauree di tipo STEM (Scienza, Tecnologia, Matematica e Ingegneria) e, di conseguenza, tutte le specializzazioni in questi settori ottenute attraverso percorsi accademici e master specifici. Scegliere oggi questi indirizzi farà aumentare nettamente le proprie opportunità lavorative.

Continueranno a essere molto richieste le competenze legate alla comunicazione con un occhio di riguardo ai social media, ormai necessari per qualunque impresa. Mentre si sta sviluppando la green economy, con investimenti che mirano a creare un’economia sostenibile, improntata al rispetto dei lavoratori e alla salvaguardia dell’ambiente. Andando a riprendere gli antichi principi del contadino, orientati a ottenere una produttività senza sfruttare troppo il campo, capace di avvantaggiarsi delle nuove tecnologie e conoscenze biologiche. In questo senso, un aiuto arriva da AgriJob, il nuovo portale promosso da Confagricoltura che collega aziende agricole a lavoratori.

In linea generale, il lavoro ideale non dovrebbe esser quello che fa guadagnare di più ma quello che permette di esprimere una parte di sé con passione e creatività. Proprio questi sono dei fattori importanti e, come italiani e campani, certe doti artistiche sono nel nostro DNA. Oggigiorno, le opportunità di crearsi un lavoro non mancano: bastano una connessione internet e uno smartphone per creare un blog personale sui viaggi, un canale Youtube di ricette, un profilo Instagram sulla moda, o anche un divertente vlog sul poker o qualsiasi cosa sia sulle nostre corde. Inizialmente solo dei passatempi ma spesso trasformabili in vere occupazioni, “bastano” tanto impegno, dedizione e quella creatività innata capace di catturare l’attenzione del pubblico.


Fonte: Pixabay

Tra innovazione, comunicazione e sviluppo sostenibile, ecco alcune delle professionalità che presto saranno tra le più richieste.

Data Scientist

Altri grandi protagonisti del presente e del futuro saranno i dati, da raccogliere e interpretare, per un utilizzo etico e non invasivo. Il data scientist, o analista dei dati, è in grado d’interpretare in maniera proficua tutti i dati provenienti dal web, in particolar modo dai social media e dai motori di ricerca, mettendoli a disposizione delle aziende per analisi di mercato e strategie di marketing. Una figura sempre più indispensabile che richiede una laurea in matematica, statistica o comunicazione digitale.

Social Media Specialist

Un’altra professione super richiesta è quella dello specialista dei social media, in grado di gestire i canali social aziendali, curando l’immagine e la reputazione del brand e stabilendo le strategie comunicative più adatte al target di riferimento e ai vari mercati nazionali. Il suo obiettivo è trasmettere i valori del brand, aumentandone popolarità e giro d’affari. Seppure moltissimi sappiano creare una storia su Instagram, curare l’immagine di un azienda o prodotto sul web richiede corrette strategie di marketing e analisi accurata del mercato, skills che non possono esimersi da un percorso universitario specifico, in particolare: marketing e comunicazione.

E-commerce Manager

Il commercio online rappresenta ormai un terzo del valore totale del mercato dei beni di consumo, rendendo di conseguenza la figura del e-commerce manager una delle più richieste nel prossimo futuro. Questa figura ha come obiettivo massimizzare gli introiti delle vendite online: dedicandosi all’analisi della concorrenza e del target specifico, creando cataloghi di prodotti accattivanti e sviluppando database per le strategie di marketing, preoccupandosi al tempo stesso di elevare il posizionamento del brand nei motori di ricerca. Per raggiungere queste competenze occorre sviluppare un percorso digital con studi in economia e marketing.


Fonte: Pixabay

Agricoltore 3.0

Tra i lavori del passato spicca quello dell’agricoltore, tornato alla ribalta in una versione 3.0. Una figura nata anche per rispondere alle sfide della crescente urbanizzazione e conseguente riduzione delle aree coltivabili. Ad esempio negli ultimi tempi sta diventando popolare l’agricoltore verticale, in grado di sviluppare prodotti anche all’interno di aree super urbanizzate, grazie ai pittoreschi orti verticali. In generale, l’obiettivo è quello d’incentivare i prodotti biologici e a Km0, per uno stile di vita più rurale e sostenibile. Per sviluppare questa professione occorrono competenze in diverse aree, tra queste agraria, progettazione delle aree verdi urbane e informatica

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.