Dom. Mag 31st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Napoli. Verdi contro i riti di Pasquetta, manifestazioni pericolose

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Borrelli, al pallonetto esploso petardo che ha danneggiato un terrazzo

NAPOLI. “Scene d’altri tempi, una via di mezzo tra fanatismo religioso e folklore che mettono in luce quanto siano refrattari alle regole e ad una certa evoluzione culturale alcuni napoletani. Con l’avvicinarsi della Pasqua tornano per le strade cittadine i Fujenti delle associazioni madonna dell’Arco. Oltre a chiedere soldi ai passanti, non si bene a quale scopo e a che titolo, la loro massima espressione è quando con esibizioni spontanee decidono di paralizzare indisturbati la circolazione in città, come è evidente dal video che ci hanno inviato da San Giovanni a Teduccio. Addirittura al Pallonetto di Santa Lucia angolo via Solitaria, sono stati esplosi fuochi d’artificio in vicoli stretti che hanno procurato un incendio sul terrazzo privato procurando danni e sfiorando una tragedia. Siamo di fronte a riti pagani pericolosissimi che vanno regolamentati per non arrecare danni agli altri”. Lo hanno detto ieri Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e Marco Gaudini, consigliere comunale del Sole che Ride.
   “Il libero arbitrio, anche se camuffato da fede religiosa – hanno aggiunto alle agenzie di stampa ieri Borrelli e Gaudini – va combattuto. Questa è prepotenza, è voler imporre delle regole proprie come nel Far West. Durante le esibizioni dei Fujenti si vedono ahinoi sempre coinvolti interi nuclei familiari e bambini a cui vengono trasmessi comportamenti discutibili e illeciti in un paese civile”.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close