• Mer. Feb 1st, 2023

Cinque le tappe che toccheranno Campania, Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia

L’evento vespistico dell’anno è giunto ormai alle porte! Saranno in 240 a partire dalla Reggia di Caserta, il prossimo 26 agosto, per prendere parte al 13° Giro Vespistico dei Tre Mari, evento motoristico di carattere storico andato in scena per la prima volta nel lontano 1952 e messo in “standby” nel 1964. Dopo 57 anni il Vespa Club d’Italia ha deciso di riportare in auge l’importante iniziativa sportiva, nata inizialmente per promuovere la neonata Vespa nel Meridione d’Italia, affidando l’organizzazione a cadenza biennale ai Vespa Club più rappresentativi del Mezzogiorno. Questa edizione vedrà infatti la firma del Vespa Club Raggio Calabria affiancato dall’ottima collaborazione di altri Vespa Club del meraviglioso Sud, tra cui Caserta, Marsala, Cosenza, Gioia del Colle, Maddaloni, Palermo, Termini I., Villa San Giovanni, Amantea, Corigliano Calabro, Barletta, Benevento.

E così, il 26 agosto i motori due tempi della mitica motoretta di Casa Piaggio si accenderanno dinnanzi alla Reggia di Caserta per una gara di regolarità in cinque tappe che terminerà il 28 agosto a Maddaloni (CE) ma toccando prima i tre mari del Sud Italia (Tirreno, Jonio e Adriatico). Dopo la partenza si marcerà in direzione Napoli per imbarcarsi alla volta della Sicilia, sbarcando a Palermo e riprendere poi il viaggio su strada verso Messina. Ancora in nave fino a Reggio Calabria per poi risalire verso Cosenza e sterzare in direzione della Basilicata e varcare i confini della Puglia, toccando il comune di Gioia del Colle (BA) e poi, risalendo verso terra di lavoro nuovamente in Campania a Benevento per tagliare infine il traguardo a Maddaloni dove ai partecipanti sarà riservata la tipica e calorosa accoglienza dei padroni di casa del Vespa Club Maddaloni, protagonisti nel 2018 della riuscitissima rievocazione storica del “II° Trofeo Vespistico del Mezzogiorno Caserta-Bari 1958-2018”.

Ogni tappa sarà dedicata alla memoria di un pilota che, nelle storiche edizioni del Giro Vespistico dei Tre Mari, ha lasciato un segno indelebile del proprio passaggio: la prima CASERTA-NAPOLI a Lillo Cavallo, storico fondatore del Vespa Club Reggio Calabria; la seconda PALERMO-MESSINA a Giovanni Musicò che portò il Vespa Club Messina a ricoprire un ruolo importante nell’organizzazione di questo storico evento; la terza REGGIO CALABRIA-COSENZA a Francesco Foti che, sotto i colori del Vespa Club Villa San Giovanni, attraversò lo stretto di Messina con una Vespa anfibia; la quarta COSENZA-GIOIA DEL COLLE a Romualdo Muccelli vincitore del 1959 del titolo italiano di regolarità con lo stemma del Vespa Club Foggia; la quinta GIOIA DEL COLLE-MADDALONI ad Antonio Bernardo, pilota poliedrico e presidente onorario del Vespa Club Maddaloni fino alla sua scomparsa nel giugno 2020.

Un evento sportivo, tra i più importanti del panorama Vespa, che metterà alla prova le capacità fisiche, mentali e di resistenza dei partecipanti (provenienti da 7 diverse nazioni) su lunghi e suggestivi percorsi con gli arrivi intermedi che potranno verificarsi anche dopo il tramonto. La manifestazione si svolgerà nel totale rispetto delle normative anti-covid e del codice della strada.

Al termine degli oltre 1000 km che compongono l’intero tour, domenica 29 agosto si svolgeranno le premiazioni presso la Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni. Certamente anche questa edizione, riportata alla luce dopo quasi 60 anni di assenza, sarà caratterizzata dal consueto clima di passione ed amicizia che la scintillante motoretta di casa Piaggio è in grado di evocare.


Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa