• Gio. Mag 26th, 2022

Il cammino della “Fiaccola della Pace” arriva a Prata Sannita, Letino e Valle Agricola

Il MATESE SI COLORA DI PACE. Il cammino della “Fiaccola della Pace” arriva a Prata Sannita, Letino e Valle Agricola.
 A Letino, comune montano più alto del versante casertano campano, verrà posizionata  sulla parte più alta la Bandiera della Pace con la scritta “Pace in Ucraina e nel mondo…,Siria, Afghanistan, Yemen, Medio Oriente, Palestina, Kurdistan, Africa, Congo…”Il cammino della “Fiaccola della Pace” per chiedere il “Cessate il Fuoco” continua senza sosta.  Dopo le tappe di Piedimonte Matese, Alife ed Ailano, grazie all’adesione dell’IC. “F Rossi” di Capriati a Volturno  retto dal Preside Vincenzo Italiano e dell’IC. Ailano – Raviscanina ( di cui reggente è la Preside Bernarda De Girolamo)  la Marcia con la “Fiaccola della Pace” dedicata alla Pace in Ucraina e nel mondo e per chiedere il Cessate il Fuoco, farà tappa nel comune di Prata Sannita il giorno 11 Aprile, nel Comune montano di Letino (1050mt slm) il giorno 12 Aprile e nel comune montano di Valle Agricola, il 13 Aprile,  dopo ben 8 anni, In questi comuni verrà messo a dimora per la 1° volta l’Albero della Pace, ovvero il “simbolo” della storica mobilitazione della Fiaccola della Pace dedicata ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra ( a Valle Agricola rimesso perché il 1° si seccò), con una particolare dedica anche alla Pace in Ucraina e nel mondo. Verrà sottoscritto l’appello “Cessate il Fuoco” da mandare al governo e la riconferma del “Patto di Pace” con la scuola; agli Enti locali si affiderà menzione speciale.  Dopo Pasqua la Fiaccola farà tappa a Castello del Matese e in altri comuni dell’Alto casertano, fra cui Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, altre tappe nella provincia, nel beneventano, nel territorio campano e tappe in altre regioni. “Un sentito ringraziamento alle docenti referenti dei plessi dei comuni interessati alla Marcia, -fa sapere Agnese Ginocchio, presidente del Movimento per la Pace, ente promotore delle mobilitazioni di Pace nel Matese e in tutta la provincia, – perché hanno accolto con entusiasmo il progetto di Pace e nell’immediato si son messi  a lavorare insieme agli alunni per esprimere tutti insieme il “No WAR-Cessate il fuoco. Accendiamo la PACE”. Un ringraziamento ai Dirigenti scolastici Vincenzo Italiano e Bernarda De Girolamo , ai Sindaci dei comuni citati Damiano De Rosa, Pasquale Orsi e Rocco Landi, per la pronta adesione ed il Patrocinio concesso, anche i Sindaci sono molto entusiasti di accogliere l’importante mobilitazione della Fiaccola della Pace,  Un ringraziamento infine all’Ente Parco del Matese e alla Ente Comunità Montana del Matese per il Patrocinio concesso. Per il  programma dell’11, 12 e 13 Aprile collegarsi al link della pagina ufficiale dell’evento su Fb:  https://www.facebook.com/fiaccoladellapace3millennio

“In sinergia all’appello lanciato dalla Rete Nazionale Pace e Disarmo, Movimento Nonviolento, Peacelink, Scuole di Pace, Enti Locali per la Pace, all’appello di Papa Francesco, per chiedere al Governo italiano di impegnarsi con l’UE nel promuovere un’ Europa di Pace. Cessi il conflitto armato in Ucraina e si usi la strada della diplomazia e del dialogo. La Scuola non può restare in silenzio. Chi è per la Pace ha il dovere di agire, di pensare a tutelare il futuro e salvaguardare il diritto a vivere in Pace. In Solidarietà con il popolo ucraino per dire “NO alla Guerra in Ucraina a  tutte le guerre nel mondo. Accendiamo la PACE”.  Fermiamo questa follia. La Pace è l’ unica strada agli scontri di civiltù”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa