Lun. Ago 26th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Il mobbing #tifacciocausa #rubricalegale #avvocatoronga

2 min read

Il mobbing è un argomento di cui si parla pochissimo, ed è a molti sconosciuto.

Il termine inglese mobbing significa “molestia”, ed è una situazione psicologicamente difficile da vivere sul proprio posto di lavoro, generata da diversi comportamenti aggressivi, sia dal punto di vista verbale che psicofisico.

Data la difficile situazione lavorativa, nonché l’elevata disoccupazione, molti “sopportano” quello che accade a lavoro. Ma, bisogna distinguere una situazione di normale stress lavorativo, da una situazione di molestia, e quindi di mobbing.

In circostanze mobbizzanti non c’è più una situazione di tranquillità, che permette al lavoratore di svolgere le sue attività.  Si creano delle condizioni che ledono la dignità moralepsicologica,fisica osessuale del lavoratore.

Possono esserci due diverse tipologie di mobbing:  gerarchico, quando gli abusi sono commessi da un superiore; ed ambientale quando sono i colleghi della vittima a isolarla, a privarla apertamente della ordinaria collaborazione, dell’usuale dialogo e del rispetto.

La vittima viene emarginata, calunniata, criticata. Ad esempio, le vengono affidati compiti dequalificanti: viene spostata da un ufficio all’altro, oppure viene sistematicamente messa in ridicolo di fronte a clienti o superiori. Nei casi più gravi si arriva anche al sabotaggio del lavoro e ad azioni illegali. Lo scopo è eliminare una persona divenuta in qualche modo “scomoda”, inducendola alle dimissioni volontarie o provocandone un motivato licenziamento

Non solo la vittima può richiedere un risarcimento dei danni.

Si pensi, ad esempio, all’ipotesi di un lavoratore vessato e umiliato quotidianamente dai propri superiori che contragga una forma di depressione.

Naturalmente, il lavoratore dovrà dimostrare l’esistenza dei danni di cui richiede il risarcimento, e soprattutto che questi danni sono dovuti in relazione agli atti subiti.

Come sempre, il mio consiglio è quello di riferirsi a noi avvocati. Scegliere un collega di fiducia, spiegare senza timore quello che succede sul posto di lavoro e cercare la soluzione più adeguata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open