Sab. Gen 25th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Impressioni d’autore: la sfida della Life Art Gallery che ha portato artisti di tutta Italia in Campania

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Si è conclusa il 26 ottobre la mostra collettiva “Impressioni d’Autore”, prima edizione del “Progetto Artisti MAG”, tenutasi alla Life Art Gallery di Battipaglia. Hanno esposto le proprie opere artisti di tutta Italia, incluso il testimonial d’eccezione Paolo De Cuarto che si è esibito in una live performance. La “Life Art Gallery” (di cui il direttore artistico è Mirko Mele) ha l’ambizione di rendere potabile l’arte ad un pubblico più vasto possibile, di avvicinare l’arte al popolo ed è per questo che sorge non già nelle grandi città metropolitane, ma in una piccola città del salernitano quale Battipaglia.

Obiettivi dell’evento sono la valorizzazione dell’arte italiana e il risalto da dare ad artisti emergenti che spesso non trovano spazio nel mercato o nelle lobby, che ormai attanagliano anche il mondo dell’arte. Nella sala espositiva è stata data la possibilità di ammirare opere (dalla pop art, all’arte astratta, a quella contemporanea) che spesso raccontano la vita degli autori: un esempio ne è l’opera “Fragments of life” di Antonio Lanzetta, il quale a seguito di un incidente stradale costatogli l’amputazione del braccio sinistro, ha riversato su tela quella che era la percezione della sua anima, ovvero una serie di frammenti spezzati, distrutti, tagliati. Oppure l’opera “Il bambino interiore” di Vittorio Magrì che raffigura un uomo in carriera, con la valigetta piena di appunti, cose da fare, impegni lavorativi da rispettare, notizie di giornale, prostrato a terra in un grido disperato di aiuto, mentre dalla sua pancia esce e si ribella il bambino interiore che è in lui, che è in tutti noi. In conferenza il Comitato Scientifico ha esposto con chiarezza l’importanza del progetto MAG (Mediolanum Art Gallery) realizzato in collaborazione con la Life Art Gallery, Spirale di Milano e Art&CO Museum, che è “quella di dare un’opportunità a coloro che utilizzano un medium espressivo artistico per raccontare, raccontarsi e per tracciare una linea del nostro tempo”. Insomma un evento che inaugura una stagione di tante altre sfide e appuntamenti, ma che già ha riscosso ampia diffusione mediatica grazie al lavoro dell’ufficio stampa di Iolanda Pomposelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close