• Lun. Gen 17th, 2022

Napoli. Figuraccia clamorosa al Teatro San Carlo, si suona inno franchista davanti il re

Incredibile figuraccia ieri al Teatro San Carlo di Napoli, davanti al re di Spagna si è suonato l’inno franchista, scuse a Filippo VI, completo imbarazzo totale all’interno del Teatro napoletano

IL caso è stato trattato dai media Spagnoli ieri tutto il giorno.

NAPOLI. Incredibile figuraccia al san Carlo di Napoli. Durante i lavori del Cotec Europa (organizzazione informale che riunisce Italia, Spagna e Portogallo), l’orchestra ha suonato per errore l’inno franchista davanti a re Felipe VI e all’ex re Juan Carlos. Accanto a loro il presidente Sergio Mattarella e il presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa.

Impassibili senza dire parola i due sovrani, ma purtroppo la diplomazia spagnola non ha potuto fare a meno di sottolineare l’ indecoroso incidente a quella italiana. E il sovrintendente del san Carlo, presente il presidente delle Repubblica Mattarella, si è dovuto prontamente scusare. Incidente quindi chiuso anche se è stato ripreso ampiamente dalla stampa spagnola, sia dai siti online che dalle televisioni. Nel palco reale del san Carlo il sovrano e i due presidenti sono stati brillantemente salutati dall’inno italiano. Poi subito dopo è partito l’inno di Spagna. Il problema – non di poco conto – è stato purtroppo che la musica è stata accompagnata con le parole del poeta José María Pemán, cioè una versione semplicemente adottata durante il franchismo e poi abbandonata subito con il ritorno della democrazia. In sostanza oggi l’inno nazionale spagnolo è lo stesso ma si esegue senza parole.

Leggi anche:

Napoli https://www.v-news.it/napoli-galleria-borbonica-sabato-11-maggio-quartieri-jazz-in-concerto/

Napoli https://www.v-news.it/napoli-premio-industria-felix-il-riconoscimento-alle-aziende-casertane-di-eccellenza/

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru