• Sab. Ott 16th, 2021

Interstellar, viaggio tra buchi neri e l’ego di un regista

DiThomas Scalera

Nov 12, 2014
1415190921_interstellar-movie-hd-wallpaper-and-poster
Nolan o lo ami o lo odi… non esistono vie di mezzo.
Anche se il mio percorso nei confronti di questo regista è stato diverso: è nato come amore ed è sfociato in odio .
MEMENTO mi aveva illuminato, THE PRESTIGE stregato,”LA TRILOGIA DI BATMAN” mi aveva fatto arrabbiare , INCEPTION mi aveva confuso… e ora arriva INTERSTELLAR.
Dopo averlo visto per ben due volte, posso dire che questo film penso dividerà ancora maggiormente pubblico e critica: se da un lato a Nolan ha il coraggio di fare film assolutamente non scontati e usando budget da blockbuster , dall’altro penso che il regista ,sempre di più, si avventuri in tematiche che non riesce a padroneggiare bene.
Interstellar è un film che si presenta benissimo con una componente estetica incredibile , con un MATTHEW MCCONAUGHEY ormai pronto ad entrare nell’olimpo degli attori più bravi del settore e con una violentissima critica nei confronti del genere umano (è l’uomo ad aver portato in rovina il suo stesso pianeta, senza alcuna scusante) ma che poi si perde nel continuo miscelare viaggi nel tempo, buchi neri e tanto altro ancora con concetti spirituali come l’amore e la volontà.
Il risultato è che si esce dal cinema confusi perché si hanno gli occhi pieni di dati e splendidi panorami ma in testa fluttuano enormi dubbi, dubbi che esplodono ancora più intensi ad una seconda visione o ad una seconda analisi .
Interstellar_ALT_Artowrk
A peggiorare la cosa è che Nolan stesso ha piegato qualche legge a suo uso e consumo, cosa che sarebbe naturale se si parla di cinema ma che stona con il realismo che il regista prova ad imprimere a tutta la pellicola … ma questa cosa era successa già con Inception e con il terzo Batman .

Inoltre Anne Hathaway è un’attrice completamente fuori ruolo e la cosa in tre ore di film diventa insostenibile… ma a risollevare questo arrivo un attore a sorpresa , che Nolan aveva celato sia in trailer che locandine, che recita un’ottima parte e da peso al film.
inter
Sintetizzando il problema di Interstellar è che si tratta di un film che vuole disperatamente essere profondo, ma che semplicemente non lo è ma si rivela solo l’ennesimo esercizio di stile da parte di Nolan.
Direi che è un film che riempie gli occhi , confonde il cervello e svuota il cuore.

Andatelo a vedere e fatemi sapere se condividete il mio pensiero.
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru