Mar. Giu 2nd, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Isernia. Contraffazione e commercio abusivo: sequestrati prodotti biocidi scaduti

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

carabinieri-isernia-prodotti-scaduti-foto-sequestro

ISERNIA. I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Isernia, nell’ambito di una serie di servizi predisposti per contrastare il fenomeno della contraffazione e del commercio abusivo, negli ultimi giorni hanno eseguito alcuni controlli presso attività commerciali del capoluogo “pentro”, rinvenendo all’interno di una di esse confezioni di prodotto biocida, presidio medico chirurgico del tipo disinfettante liquido, scaduto da circa due anni. La soluzione dei prodotti, che sono stati sottoposti a sequestro, era destinata tra l’altro alla disinfezione di oggetti per neonati quali biberon e stoviglie, e di generi alimentari quali frutta e verdura. Il gestore dell’attività, dove erano state messe in vendita le confezioni, un cittadino di nazionalità Cinese, residente ad Isernia, verrà segnalato alle competenti Autorità per commercio di prodotti scaduti di validità e ritenuti pericolosi per la salute. Sono tutt’ora in corso ulteriori indagini per accertare un’eventuale contraffazione del presidio medico chirurgico e la provenienza di tali prodotti, che sarebbero stati forniti da alcune ditte ubicate nelle vicine regioni della Campania e del Lazio. Ed è proprio su queste ultime che nelle prossime ore si concentrerà l’attenzione dei Carabinieri e dalle quali potrebbero emergere successivi sviluppi sulla vicenda.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close