• Sab. Ott 23rd, 2021

Isernia. La Polizia di Stato incontra gli studenti dell’ITIS “E. Mattei”

DiThomas Scalera

Nov 25, 2015

incontro-itis

ISERNIA. Nella mattinata odierna si è tenuto un incontro, con gli studenti dell’ITIS “E. Mattei” di Isernia, che rientra in una iniziativa di mirata attività di formazione con i giovani di questa Provincia. Tale attività, fortemente voluta dalla Questura di Isernia, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Campobasso e dall’Ufficio Scolastico Regionale, è iniziata il 5 novembre scorso presso l’istituto “D’Agnillo” di Agnone e proseguirà nel mese di dicembre presso l’Istituto Giordano di Venafro ed ha visto e vedrà impegnati esperti degli enti citati oltre ad altre professionalità coinvolte a vario titolo nel progetto sulla legalità. Nello specifico presso l’istituto “Mattei” l’attività formativa è iniziata con un saluto ed un’introduzione da parte del Procuratore Capo presso il Tribunale dei Minori di Campobasso , dr. Claudio Di Ruzza e del Questore della Provincia di Isernia, dr. Vincenzo Vuono, i quali hanno sottolineato che lo scopo di tali incontri, oltre ad essere un occasione per riflettere sull’educazione alla legalità, è quello di avvicinare i giovani alle istituzioni. Si è proseguito poi con un intervento del dr.Sergio Zarrilli, pediatra presso l’ASREM di Campobasso, che ha parlato degli effetti di tutte le droghe e dell’alcool sugli adolescenti, in relazione alla loro maturazione celebrale e psicofisica. La mattinata è terminata con un intervento del Comm. Capo Salvatore Ciliberti, dirigente della Sezione Polizia Stradale di Isernia, che ha, invece, affrontato la tematica dell’educazione stradale, del rispetto del codice della strada e degli effetti che possono provocare droga ed alcool sui giovani alla guida.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru