• Lun. Ott 25th, 2021

Isernia. Scoperta una casa a luci rosse in città: due denunce

DiThomas Scalera

Mag 18, 2017

ISERNIA. I Carabinieri di Isernia hanno scoperto in città un appartamento gestito da un 30enne di nazionalità cinese, dove venivano fatte prostituire giovani ragazze straniere, anch’esse cinesi, con tariffe che oscillavano tra i 50 e i 100 euro a prestazione. L’attività di prostituzione avveniva praticamente a qualsiasi ora del giorno, e secondo i primi accertamenti si è scoperto che la casa a luci rosse era molto frequentata, da clienti di qualsiasi età, sia di Isernia che provenienti da altri comuni della provincia. I militari sono intervenuti presso i locali dove avveniva l’illecita attività, identificando alcuni clienti ed una ragazza 20enne, di nazionalità cinese che stava ricevendo gli stessi e che risultava priva di regolare permesso di soggiorno sul territorio nazionale. Nei confronti del 30enne, già con a carico specifici precedenti di reato, scattava una denuncia per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, mentre nei confronti della 20enne scattava una denuncia per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello stato, per la quale il Prefetto della provincia di Isernia emetteva un decreto di espulsione dal territorio nazionale. La scoperta di case di appuntamento clandestine, da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo, non è nuova nel centro isernino, infatti alcuni mesi orsono un altro appartamento ubicato ad Isernia fu al centro di un’indagine che portò alla denuncia di tre persone, un italiano e due stranieri che sfruttavano giovani donne immigrate che venivano fatte giungere in Italia con promesse di lavoro, per poi essere costrette ad esercitare l’attività di prostituzione.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru