• Gio. Ott 21st, 2021

Isernia. Si spacciano per avvocati per truffare gli anziani: i Carabinieri invitano ad una maggiore attenzione

ISERNIA. In questi ultimi giorni sono aumentate le segnalazioni di tentativi di truffe ai danni di anziani,

pervenute presso i vari Comandi Carabinieri dislocati sul territorio “pentro”.

Non per ultima nella giornata di ieri, sconosciuti spacciandosi per avvocati, hanno telefonato a due coppie di anziani,residenti in Isernia, ai quali venivano richiesti denaro, asseritamente per pagare le spese relative ad incidenti stradali in cui erano incappati i rispettivi figli. I truffatori, venivano prontamente dissuasi dagli interessati che non credevano a quanto richiesto, ma allertavano i Carabinieri. I militari, prontamente intervenuti, hanno atteso insieme alle coppie di anziani che arrivassero ulteriori telefonate, che però non giungevano. Grazie alla prontezza dimostrata dalle vittime, i truffatori non riuscivano a portare a compimento l’azione delittuosa. Il Comando Provinciale di Isernia rinnova pertanto l’invito ai cittadini a porre maggiore attenzione allorquando ignoti interlocutori, spacciandosi per familiari o rappresentanti di Enti o Istituzioni, rivolgono tali richieste, facendo tesoro dei consigli che l’Arma da tempo offre, con particolare riferimento agli anziani che vivendo da soli risultano obiettivi maggiormente a rischio. Si ricorda di non aprire la porta di casa agli sconosciuti anche se si qualificano come appartenenti alle forze dell’ordine, avvocati o dichiarino di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità (Enel, Inps, fornitura Gas, Telecom, etc.). Prima di farlo è necessario contattare un familiare ovvero il numero di emergenza “112”, i cui operatori provvederanno immediatamente ad inviare militari che forniranno la necessaria assistenza. E’ meglio un falso allarme che subire una truffa.

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru